17 novembre 2019
Aggiornato 19:30

Spuntano le Red Bull, ma Sebastian Vettel bastona le Mercedes

Le due Lattine dominano le prime prove libere a Baku approfittando delle più performanti gomme supersoft. Il tedesco della Ferrari è terzo, migliore tra i piloti che hanno montato solo le soft. Le due Frecce d'argento, invece, inseguono: quinto Lewis Hamilton, sesto Valtteri Bottas

BAKU – Tra i due litiganti, il terzo gode. È la Red Bull a imporre la sua legge nella prima sessione di prove libere del Gran Premio dell'Azerbaigian: il miglior tempo lo stacca Max Verstappen, che rifila quattro decimi al suo compagno di squadra Daniel Ricciardo. Le due Lattine riescono insomma meglio delle altre ad evitare le insidie del circuito cittadino di Baku e a tratte il massimo dalle difficili condizioni dettate dal basso livello di aderenza.

Ferrari sul podio
Al terzo posto, a meno di un decimo, si piazza il leader di campionato, il ferrarista Sebastian Vettel, che a differenza dei Bibitari ha montato solo le gomme soft, invece delle più performanti supersoft, ed è dunque il migliore tra i piloti che hanno utilizzato solo questa mescola. Alle sue spalle la sorprendente Force India di Sergio Perez: per il messicano, comunque, il turno è finito nel peggiore dei modi, quando ha toccato una barriera danneggiando in maniera irreparabile il lato destro della sua vettura e costringendo i commissari ad esporre la bandiera rossa. La Mercedes, invece, opta per il basso profilo e chiude al quinto posto con Lewis Hamilton (staccato di oltre un secondo dalla vetta) e al sesto con Valtteri Bottas una mattinata di studio. Male l'altra Ferrari di Kimi Raikkonen, nono e ad un secondo e mezzo di ritardo, ma il finlandese non ha potuto cercare il suo limite proprio a causa dell'interruzione provocata dall'incidente di Perez. La Formula 1 torna in pista oggi pomeriggio alle ore 15 per la seconda sessione di prove libere.