30 novembre 2022
Aggiornato 01:00
Calcio

Milan: Kalinic gradisce il trasferimento, i tifosi molto meno

Dopo aver sognato Aubameyang, Belotti, Diego Costa e Morata, il popolo rossonero non si entusiasma di fronte al nome del croato della Fiorentina, sia per caratteristiche tecniche che per costi. E qualcuno rimpiange addirittura Bacca…

Nikola Kalinic, centravanti della Fiorentina e della nazionale croata
Nikola Kalinic, centravanti della Fiorentina e della nazionale croata Foto: ANSA

MILANO - Il nome di Nikola Kalinic rimbalza da almeno due giorni dalle parti di Milanello, con tanto di prime indiscrezioni sulle cifre dell’operazione ed un’intesa con Vincenzo Montella che apprezza il centravanti croato per movimenti tattici, lavoro e sacrificio durante le partite. Nelle ultime ore, poi, ecco anche il gradimento del calciatore viola che, da fonti toscane, fa sapere che accetterebbe di buon grado il trasferimento a Milano, sponda rossonera.

Questo matrimonio non s’ha da fare

Tutti contenti? Non proprio, perché a non gradire Kalinic sono i tifosi milanisti, accecati dal bagliore dei nomi di Aubameyang, Belotti, Diego Costa e Morata (in semplice ordine alfabetico) e che vedrebbero il croato della Fiorentina come un ripiego, come un elemento di secondo piano rispetto ai centravanti precedentemente nominati. Kalinic entusiasma poco perché non è un vero bomber, perché è vicino ai 30 anni e perché costa parecchio, troppo, vista la richiesta sparata dai Della Valle (30 milioni di euro). Un affare che non piace ai sostenitori del Milan, pronti ad aggiungere la ciliegina sulla torta ad una campagna acquisti ottima che potrebbe essere completata da una prima punta di caratura internazionale e che Kalinic, con tutto il rispetto, non può certo rappresentare. Spulciando l’umore dei tifosi rossoneri sui social network, poi, si arriva a trovare addirittura qualcuno che scrive: «Se deve arrivare Kalinic, meglio tenersi Bacca». Considerando il deprimente campionato del colombiano, peraltro mai amato a  San Siro, la delusione dei milanisti di fronte all’ipotesi Kalinic è davvero lampante.