22 ottobre 2019
Aggiornato 18:00

Milan: mezza squadra con la valigia e 50 milioni da incassare

La società rossonera è attivissima in questi giorni sul mercato in entrata, con diversi sondaggi ma soprattutto con due-tre colpi che sembrerebbero in dirittura d’arrivo. Oltre al denaro messo a disposizione dalla cordata cinese però, si conta di ottenere ulteriore liquidità dai giocatori ormai ai margini del progetto rossonero.

Deulofeu e Pasalic, per entrambi è probabile l'addio a giugno
Deulofeu e Pasalic, per entrambi è probabile l'addio a giugno ANSA

Milano – Molto dipenderà dal finale di stagione, è chiaro: la qualificazione o meno in Europa League potrà contare su quelle che saranno le scelte numeriche, oltre che qualitative, del Milan 2017/2018. Da sempre il primo problema della gestione di una rosa è quello legato ai giocatori a disposizione, con una coperta che nell’arco di un anno può oscillare continuamente tra l’essere troppo corta o viceversa lunghissima. 

Cessioni importanti

Tra i calciatori con le valigie pronte ci sarebbero innanzitutto De Sciglio e Bacca. Aggiungiamo però ai due altri semi protagonisti: almeno due tra Paletta, Zapata e Gomez - sarà importante vedere se si prenderà qualcun altro oltre a Musacchio – ma anche Poli, Honda, Bertolacci e Lapadula. Sono loro i candidati numero uno a lasciar posto a eventuali acquisti dell’estate rossonera. Su Bacca difficile che il Milan svenda a meno di 20 milioni (al netto di un acquisto a 30); difficile ipotizzare di più, più probabile l’ottenere di meno. Starà tutto nell’abilità di Mirabelli e Fassone. Su De Sciglio invece pende l’incudine del contratto in scadenza nel 2018: ottenere 10 milioni di euro dalla Juve potrebbe essere oro colato.

Probabili partenti

Difficile ipotizzare le cifre ottenibili dagli altri: Zapata, Paletta e Gomez potrebbero avere mercato solo in squadre di metà classifica, con conseguenti cifre basse; la speranza è che ci si muova dall’estero, ma al momento nessuno si è ufficialmente fatto avanti. Su Poli discorso simile, con un contratto anche qui in scadenza nel 2018; intorno ai 5 milioni il valore di mercato. Honda è invece arrivato a zero e a zero ripartirà: un po’ la metafora di questo acquisto, più di marketing che di necessità. Capitoli complicatissimi quelli di Bertolacci e Lapadula: al netto degli investimenti che li hanno coinvolti, cederli sottocosto o provare a rilanciarli? Anche qui si dovrà decidere al più presto.

I fuorisede

Come in entrata abbiamo avuto Deulofeu e Ocampos (solo per citarne alcuni), nel mercato scorso il Milan si è mosso con prestiti in uscita, quasi tutti caratterizzati dal diritto di riscatto. Ovvio che le più grandi aspettative le si attendano dalla cessione definitiva di Niang. Il Watford, al netto della conferma di Mazzarri sulla panchina, sembra essere ormai convinto a ricattare il ragazzo, che porterebbe così almeno 15 milioni nelle casse rossonere: gli inglesi infatti con la promessa di riscattarlo potrebbero ottenere un piccolo sconto sui 18 milioni inizialmente pattuiti. Insomma, è chiaro che si parli di dati alquanto effimeri al momento, ma le possibilità che Fassone e Mirabelli abbiano a disposizione un ulteriore tesoretto di 50/60 milioni - oltre ai 150 messi già sul piatto - ci sono.