23 giugno 2017
Aggiornato 14:00
Calcio | Serie A

La Juve dice 33. E stasera tocca alla Roma

L'unico ostacolo per la vecchia signora è il calendario, o meglio i molteplici impegni che si prospettano per gli uomini di Allegri nelle prossime settimane. Si tratta, con buone probabilità, di 7 gare in 24 giorni.

La Juventus bette agevolmente il Genoa allo Stadium per 4-0
La Juventus bette agevolmente il Genoa allo Stadium per 4-0 (ANSA)

MILANO - La Juventus bette agevolmente il Genoa allo Stadium per 4-0, vince la sua 33ma partita di seguito in casa in serie A e si avvicina sempre di più al 33mo scudetto della sua storia, il sesto consecutivo, record per il campionato italiano. L'unico ostacolo per la vecchia signora è il calendario, o meglio i molteplici impegni che si prospettano per gli uomini di Allegri nelle prossime settimane. Si tratta, con buone probabilità, di 7 gare in 24 giorni: si parte venerdì 29 aprile con l'Atalanta a Bergamo per proseguire il 3 maggio con la semifinale di Champions contro il Monaco, il 6 maggio il derby col Toro, il 9 maggio la semifinale di ritorno di ex coppa dei campioni a Torino, domenica 14 maggio la Roma all'Olimpico, il 17 maggio (in caso di qualificazione alla finalissima di Champions) la finale di Coppa Italia con la Lazio e mettiamoci pure il 21 maggio Juve-Crotone, gara sicuramente «facile» dal punto di vista tecnico ma impegnativa, dopo tante «fatiche», sotto il profilo mentale (ovvero per la concentrazione), soprattutto se i calabresi dovessero nutrire ancora qualche speranza di salvezza. Insomma, il tricolore è praticamente in cassaforte ma la Juve dovrà dosare le forze in un finale di stagione da far tremare i polsi.

Stasera tocca alla Roma
Intanto stasera, la Roma scende in campo all'Adriatico contro il Pescara per cercare di allungare sul Napoli e mettere le mani sul secondo posto. In caso di vittoria, i giallorossi condannerebbero, peraltro, matematicamente il Pescara in serie B, in quanto il team di Zeman è in svantaggio negli scontri diretti con l'Empoli. Il secondo posto, utile per l'ingresso diretto in Champions, è alla portata della Roma che viaggia ad una media di 2,25 punti a partita con proiezione 85 contro i 2.15 punti di media dei partenopei con proiezione a 81. Il Napoli in questa stagione ha vinto al massimo 3 partite di seguito, la Roma 4. Meglio di loro hanno fatto Juve e Inter con 7 e l'Atalanta con 6. Tra le altre, la Lazio ne ha vinte 4 consecutive, Milan, Fiorentina, Torino e Samp 3 di seguito. Insomma, è vero che secondo Spalletti il calendario del Napoli è «piu' facile» ma è altrettanto vero che Hamsik e compagni devono far visita a Inter, Toro e Samp, tre squadre non proprio facili da battere a domicilio. Per i giallorossi, invece, il «problema» è il prossimo trittico: Lazio, Milan (fuori), Juve ma l'eventuale finale di Tim Cup a metà maggio (invece del 2 giugno) potrebbe favorire proprio la Roma nella volata per l'importante seconda posizione.