25 febbraio 2020
Aggiornato 14:00
Serie A | Fiorentina, 5 - Inter, 4

L'Inter affonda a Firenze, Pioli: «Abbiamo toccato il fondo»

Il sorpasso, poi il buio. L’Inter si arrende a Firenze nel modo peggiore e più rumoroso: avanti 2 a 1, i nerazzurri spengono la luce e subiscono quattro gol prima della reazione finale (5-4 il verdetto per i toscani).

Stefano Pioli: «Questa non è la mia Inter»
Stefano Pioli: «Questa non è la mia Inter» ANSA

FIRENZE - Non bastano all'Inter tre gol di Icardi per vincere a Firenze. La Fiorentina batte 5-4 la squadra nerazzurra nonostante una prestazione monstre del proprio attaccante. Al Franchi, le doppiette di Babacar e Vecino, oltre al gol di Astori, confermano le clamorose difficoltà dei nerazzurri, che pure avevano chiuso il primo tempo in vantaggio per 2-1 (Perisic e Icardi, che andrà a segno altre due volte nel finale). Nella ripresa, crollo verticale degli uomini di Pioli, con la Fiorentina che sbaglia anche un rigore con Bernardeschi e poi soffre nei minuti conclusivi con un salvataggio sulla linea su Brozovic.

Amaro il commento di Stefano PIoli
«Quella del secondo tempo non può essere la mia squadra, non può essere la squadra che ha fatto bene fino a domenica scorsa perché anche nel derby abbiamo dimostrato compattezza. Oggi lo abbiamo fatto per 45 minuti, poi c'è stato un blackout inspiegabile. È stata un prestazione troppo brutta per essere nostra».

Ausilio: «Nostro obiettivo è l'Europa»
«Cosa deve fare Pioli per rimanere? Continuare a fare quello che ha fatto finora: nell'ultimo periodo c'è stato un calo di risultati e di prestazione, bisogna migliorare ancora in convinzione, ma abbiamo il tempo per farlo. L'obiettivo che abbiamo chiesto a Pioli è l'Europa e abbiamo ancora la possibilità di centrarla, è ancora alla portata. Bisogna solo portare a casa i punti e continuare sulla scia prestazione del derby, dove meritavamo di vincere e non lo abbiamo fatto solo per delle disattenzioni negli ultimi dieci minuti»