11 dicembre 2019
Aggiornato 17:00

Morbidelli e Pasini, doppietta italiana davanti a Marquez junior

Mentre Marc conquista la pole in MotoGP, il fratellino Alex in Moto2 cade e si deve accontentare della terza piazza. Davanti a lui si infilano il leader di campionato Franco e, a sorpresa, anche Mattia, in seconda posizione

AUSTIN – Se Austin, in MotoGP, si è confermata la terra dei Marquez grazie alla pole position del solito Marc, in Moto2 non è riuscito a ripetere l'impresa il fratello minore Alex, che invece anche a causa di una caduta sul finale dovrà accontentarsi della terza piazza in griglia di partenza. Davanti a lui scatteranno invece due piloti italiani: Franco Morbidelli e Mattia Pasini. Il leader di campionato ha confermato il suo dominio della classe di mezzo conquistando un'incredibile pole position, la seconda della stagione, con un tempo di 2:09.379, più veloce di ben un secondo rispetto a quello delle prove libere. «Sono felice di essere in pole position proprio su questa pista, dove l'anno scorso ho avuto molte difficoltà ad essere veloce – spiega Morbido – Finora quest'anno abbiamo dimostrato che la nostra moto è immediatamente competitiva su tutti i tracciati e in tutte le condizioni e questo weekend è accaduta la stessa cosa. Sono felice del mio passo gara e questa pole position è un bel bonus. Sono sceso in pista determinato a tirare fuori la massima prestazione dalla moto e ha funzionato». Ma il romano, tavulliese d'adozione, non si è dimostrato rapido solo sul giro secco: anche il suo passo in condizioni di gara lo indica come favorito d'obbligo per mantenere la sua imbattibilità in questo inizio di stagione. «La gara di domani sarà un'altra sfida complicata perché anche il mio compagno di squadra Alex è stato competitivo in tutte le sessioni – prosegue il capolista iridato – Ma io mi sento completamente preparato a lottare per la vittoria e spero di poter regalare un bello spettacolo ai tifosi americani, sempre molto entusiasti e che ci danno grande sostegno». A completare la doppietta nostrana c'è poi, come detto, Mattia Pasini, che porta a sorpresa in prima fila la moto del team Italtrans.