Calcio - Serie A

Milan, pronta l’offerta per Montella: prolungamento più ritocco

Definita la proposta di contratto che Fassone e Mirabelli sono pronti a sottoporre al tecnico rossonero: prolungamento di almeno un anno e aumento dell’ingaggio a 3 milioni netti a stagione.

Il tecnico del Milan Montella
Il tecnico del Milan Montella (ANSA)

MILANO - La nuova dirigenza del Milan, formata dall’amministratore delegato Marco Fassone e il responsabile dell’area tecnica Massimiliano Mirabelli, sembra aver individuato il primo mattone su cui far crescere il Milan del futuro. Si fa un gran parlare dei rinnovi di Donnarumma, De Sciglio, Suso, ma mai come oggi appare sempre più pressante blindare l’artefice della positiva stagione rossonera, caratterizzata finora da una lusinghiera media di 1,81 punti a partita, che non è ancora da Champions League ma poco ci manca.

La proposta

Impresa ancora più significativa se rapportata al coefficiente di difficoltà incontrate dall’attuale allenatore rossonero nel complicato anno della rivoluzione cinese in società. Vincenzo Montella è ancora legato al Milan da un contratto da 2,2 milioni di euro in scadenza giugno 2018, ma l’idea di Fassone e Mirabelli è di convincere il tecnico con il prolungamento di almeno una stagione e conseguente ritocco dello stipendio a 3 milioni di euro l’anno. Un’offerta importante che potrebbe convincere il tecnico di Pomigliano D’Arco ad accettare la proposta rossonera, continuare il lavoro iniziato quest’anno e riportare il Milan in Champions League la prossima stagione.