Cessione Milan

Cessione Milan: a sorpresa ecco il nome di Renzo Rosso

Mentre ancora regna l’incertezza più totale riguardo l’evolversi della trattative con i cinesi, prende forma una clamorosa ipotesi: Renzo Rosso, patron di Diesel, grande tifoso rossonero e già sponsor del Milan, nuovo proprietario del club di via Aldo Rossi.

Renzo Rosso, patron di Diesel e grande tifoso rossonero
Renzo Rosso, patron di Diesel e grande tifoso rossonero (ANSA)

MILANO - Sarà una settimana decisiva quella che è appena iniziata. In un verso o in un altro si capirà con esattezza quale potrebbe essere il futuro dell’Ac Milan, quello che una volta era conosciuto come il club più titolato al mondo e che oggi invece meriterebbe il titolo di club più disastrato al mondo.
I numerosi e francamente ormai inaccettabili ritardi dell’operazione di cessione dalla Fininvest a Sino-Europe Sports hanno aperto nuovi scenari, del tutto impronisticabili fino a qualche settimana fa.

Italia vs Cina
Secondo il Corriere dello Sport oggi in edicola, ad esempio, se dovesse chiudersi in malo modo la trattativa tra Berlusconi e Yonghong Li, con l’uscita di scena del consorzio cinese che sta facendo letteralmente ammattire analisti, osservatori, giornalisti e tifosi, potrebbe materializzarsi all’orizzonte una figura amichevole e rassicurante, quella di Renzo Rosso, patron della Diesel.

Patrimonio di 3,2 miliardi
L’industriale veneto, grande tifoso milanista e da poco partner del club rossonero, nel corso dell’evento organizzato per la presentazione della nuova linea dedicata alla squadra, ha ammesso che l’idea di diventare proprietario del Milan ha sempre rappresentato un sogno nel cassetto. Pur convenendo che i tempi non sono ancora maturi, Renzo Rosso ha aperto una porta per una clamorosa trattativa. Mister Diesel nel 2015 è stato valutato da Forbes all’undicesimo posto della classifica degli uomini più ricchi d’Italia con un patrimonio personale di 3,2 miliardi di dollari. Certo, per gestire il Milan e riportarlo ai livelli di un tempo servirebbe ben altro, ma viste le alternative che passa il convento, Renzo Rosso rappresenterebbe senza dubbio un’ottima garanzia di serietà.