17 giugno 2019
Aggiornato 14:30
Il Cavallino rampante si è lasciato sfuggire un altro uomo chiave?

James Allison, l'ex ingegnere Ferrari è il nuovo direttore tecnico Mercedes

Come da previsioni, il vecchio responsabile della Rossa ha accettato l'offerta per assumere lo stesso ruolo alle Frecce d'argento. Dal primo marzo prenderà il posto di Paddy Lowe, in procinto di passare alla Williams

L'ex direttore tecnico della Ferrari James Allison
L'ex direttore tecnico della Ferrari James Allison ( Ferrari )

ROMA – Valtteri Bottas non sarà l'unico volto nuovo della Mercedes nel Mondiale di Formula 1 che si appresta a cominciare. Oltre al campione del mondo prepensionato Nico Rosberg, infatti, le Frecce d'argento avevano anche da sostituire il direttore tecnico Paddy Lowe, passato alla Williams. E, per farlo, hanno ingaggiato proprio colui che, fino al luglio scorso, ricopriva lo stesso ruolo presso gli acerrimi rivali della Ferrari: James Allison. L'ingegnere inglese, già iridato sia con la Rossa che con la Renault, ha divorziato consensualmente da Maranello nella passata stagione, anche per colpa dell'improvvisa scomparsa per meningite di sua moglie che lo ha convinto a trasferirsi di nuovo in Gran Bretagna, per stare più vicino ai figli. Le offerte, da parte dei team che hanno sede oltremanica, per assicurarsi i suoi servigi non mancavano certo, ma come logico e come si sussurrava ormai da tempo, Allison ha accettato la più prestigiosa: quella della scuderia che si è aggiudicata gli ultimi tre titoli mondiali consecutivi. «E io intendo giocare la mia parte per aiutarla a rafforzarsi nei prossimi anni – si è presentato a Brackley il neo-dt – Sono molto emozionato all'idea di riprendere il mio lavoro dopo un periodo di lontananza da questo sport. Essermi guadagnato la fiducia di un team che ha ottenuto prestazioni così spettacolari nelle ultime tre stagioni, una fiducia tale che mi hanno concesso questa posizione così importante, è un privilegio enorme». Il tecnico britannico esordirà formalmente nel suo nuovo ruolo a partire dal prossimo 1° marzo, dunque pochi giorni dopo l'inizio dei test pre-campionato fissato per il 27 febbraio a Barcellona.

L'accoglienza di Wolff
Caloroso anche il benvenuto che gli ha riservato il team principal Toto Wolff: «Sono felice di accoglierlo in squadra e non vedo l'ora di iniziare a lavorare con lui – ha commentato – Il nostro staff tecnico è estremamente capace ad ogni livello ed è allo stato dell'arte, avendo vinto tre titoli mondiali di fila. Non è stato un compito facile trovare la personalità giusta per rafforzare un gruppo di ingegneri così esperto, dare ai membri più giovani lo spazio per crescere e portare anche la sua visione. James è un ingegnere brillante e penso che abbiamo trovato il ragazzo perfetto per adattarsi ai leader del team». L'esperienza di Allison risale agli anni tra il 2000 e il 2004, quando fu capo aerodinamico alla Ferrari nell'era Schumacher, prima di diventare vice direttore tecnico alla Renault nel biennio 2005-2006, quando Fernando Alonso vinse i suoi due titoli mondiali. Alla Rossa era tornato nel 2013, stavolta come direttore tecnico, riportandola al successo due anni più tardi con le tre vittorie di Sebastian Vettel. La sua presentazione ufficiale alla Mercedes coinciderà con quella della nuova monoposto, fissata per il 23 febbraio.