9 dicembre 2019
Aggiornato 13:00

Idea Caceres: Galliani riapre il mercato del Milan

Dopo l’infortunio occorso ieri ad Antonelli, che si aggiunge a quelli di De Sciglio e Calabria, la società rossonera sembra aver deciso di correre ai ripari e mettere a disposizione di Montella un nuovo difensore. Si tratta di Martin Caceres, svincolato ma reduce da un gravissimo infortunio.

MILANO - Il concetto di emergenza si presta a pochissimi rischi interpretativi: trattasi di condizione imprevista e difficilmente preventivabile che modifica inevitabilmente i piani di chi ci si trova impelagato. È quello che sta accadendo in queste ore al Milan, costretto a fronteggiare una moria di terzini che avrebbe diritto di accesso al guinness dei primati. Di cinque esterni difensivi in rosa, ben tre sono attualmente in infermeria (Antonelli, Calabria e De Sciglio) e appena due sembrano - i tifosi rossoneri sono autorizzati a fare scongiuri - pronti a scendere in campo, Ignazio Abate e l’oggetto misterioso Leonel Vangioni.

I limiti di Vangioni

Fatto salvo l’attuale capitano del Milan, protagonista di una stagione nel complesso positiva, oggi non deve essere facile per mister Montella pensare di affidare tutte le speranze di rilancio in chiave Europa del club rossonero ad un calciatore ritenuto per tutta la prima parte di stagione non idoneo a scendere in campo. Tanto che i primi minuti disputati dall’argentino ex River Plate con la maglia del Milan sono stati nella trasferta di Torino di un paio di settimane fa, bissati poi da un altro scampolo di partita domenica scorsa a Udine.

Idea Caceres

Domenica, nel lunch match delle 12.30 contro la Sampdoria, Vangioni scenderà in campo dal primo minuto - salvo sorprese dell’ultimora - ma questa improvvisa emergenza sulle fasce ha messo in moto un meccanismo di autodifesa che ha portato Adriano Galliani sulle tracce di un vecchio obiettivo rossonero, Martin Caceres. Svincolato dalla Juventus la scorsa estate, l’uruguaiano ha vestito negli ultimi mesi i panni della sora Camilla, tutti lo volevano (anche il Milan) ma nessuno lo prendeva.

Ostacolo visite mediche

Colpa anche di un grave infortunio, la rottura del tendine d’Achille, subito da Caceres un anno fa, che ad esempio non gli ha fatto superare le visite mediche con il club turco del Trabzonspor appena poche settimane fa.

Sembra siano già in corso i primi colloqui tra l’amministratore delegato rossonero e l’entourage del calciatore che è rimasto a vivere in Italia e quindi sarebbe disponibile da subito. Resta però da superare l’ostacolo dei test fisici, unico vero elemento che potrebbe mandare a monte una trattativa molto vicina alla chiusura.