6 giugno 2020
Aggiornato 16:00
Calcio - Serie A

Milan: oggi intervento per Bonaventura, ma la prognosi è già scritta

Il professore Orava, che opererà nella giornata di oggi il calciatore rossonero in Finlandia, esclude ogni ottimistica previsione di rivedere Jack in campo in questa stagione. Se ne riparlerà il prossimo anno, adesso tocca a Delofeu e Ocampos.

MILANO - Nella stagione di una squadra di calcio gli infortuni vanno messi in conto. Esistono però infortuni e infortuni: nel corso dell’anno l’infermeria di Milanello si è popolata spesso di calciatori importanti, ma ora che a finire sul lettino del prof. Tavana è finito Giacomo Bonaventura se ne sono accorti anche al Milan.

Vincenzo Montella avrebbe rinunciato con dolore a tutti i componenti della rosa, tutti - chi più chi meno - funzionali alla crescita del progetto rossonero, ma mai all’eclettico Jack, probabilmente l’unico vero insostituibile dell’Ac Milan.

Fine delle speranze

Oggi è il gran giorno dell’intervento chirurgico a cui il centrocampista offensivo di San Severino Marche dovrà sottoporsi a Turku, in Finlandia. La mano che dovrà provvedere a rimetterlo in sesto quanto prima è quella del Professor Sakari Orava, chiamato a ridurre la lesione al tendine del lungo adduttore della coscia sinistra. 

Quello che trapela e che purtroppo sembra a questo punto sempre più probabile è che la stagione di Jack Bonaventura vada considerata definitivamente conclusa.

Stagione finita

Le ipotesi più ottimistiche di un recupero tra i due e quattro mesi vanno a scontrarsi con un quadro clinico che lo stesso professore ha provveduto a chiarire con parole semplici e non interpretabili alla Gazzetta dello Sport: «Penso che Bonaventura potrà tornare a giocare dalla prossima stagione, a meno che non si trovi qualcosa di inaspettato durante l’operazione. Lo sciatore Peter Fill è stato operato da me prima dei Giochi di Vancouver per un infortunio simile ed è tornato quattro mesi dopo. Nel calcio però probabilmente non è possibile tornare così presto».

Tocca a Delofeu e Ocampos

Parole che rappresentano la pietra tombale alle speranze dei tifosi rossoneri. Ora Vincenzo Montella sarà costretto ad attingere dalle risorse attualmente in rosa, facendo necessariamente conto sui due nuovi acquisti del mercato invernale rossonero, Gerard Delofeu e Lucas Ocampos. Toccherà a loro non fa rimpiangere l’insostituibile Jack, praticamente una mission impossible.

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal