21 ottobre 2019
Aggiornato 07:00

Milan, Fassone e Mirabelli al lavoro per Gabbiadini

Dopo le notizie di ieri su un presunto interessamento del Milan per Insigne, ecco oggi un’altra bomba di mercato sempre proveniente da Napoli: la futura dirigenza rossonera sta trattando per regalare Gabbiadini a Montella. Tanti e difficili gli ostacoli da superare, ma non impossibili.

MILANO - Non abbiamo fatto in tempo a stupirci delle voci provenienti da Napoli riguardanti un presunto interesse del Milan per Lorenzo Insigne, casualmente a pochi giorni dal delicatissimo match che opporrà sabato sera a San Siro proprio rossoneri e partenopei, ed ecco rimbalzare dal capoluogo campano un’altra indiscrezione di mercato.

Sempre dai microfoni di Crc, dai cui ieri aveva parlato il collega Ciro Venerato, stavolta è toccato ad un altro grande esperto di questioni azzurre, Raffaele Auriemma, regalare una gustosa anticipazione di mercato: il Milan si sarebbe fatto avanti con il presidente De Laurentiis per Manolo Gabbiadini.

Gabbiadini sul mercato

Sempre più vicino alla cessione, complice una non perfetta integrazione nei meccanismi offensivi di Maurizio Sarri ed il contemporaneo arrivo all’ombra del Vesuvio dell’ex centravanti del Genoa Pavoletti, oltre alla presenza del quasi guarito Milik, Gabbiadini è in cerca di sistemazione. Il vero problema riguardante la cessione dell’attaccante partenopeo è la cifra richiesta dal Napoli: ben 25 milioni senza sconti e tutti cash.

Decisamente troppo per le disastrate casse rossonere di queste settimane, durante le quali il povero Adriano Galliani continua a barcamenarsi alla caccia di prestiti gratuiti o parametri 0 vista l’impossibilità di spendere anche solo un euro.

Al lavoro per il nuovo Milan

Tutto però potrebbe cambiare presto in via Aldo Rossi, da quando cioè, grazie al closing previsto entro il 3 marzo, sarà ufficializzato il passaggio di proprietà dell’Ac Milan dalla Fininvest ad un consorzio di imprenditori cinesi. Proprio in quest’ottica Marco Fassone e Massimiliano Mirabelli, rispettivamente prossimo amministratore delegato e futuro direttore sportivo del club, sono già al lavoro per pianificare il futuro tecnico della squadra di Vincenzo Montella.

Ipotesi prestito con obbligo

Manolo Gabbiadini potrebbe rappresentare l’attaccante ideale da mettere a disposizione del tecnico rossonero: giovane, italiano, forte e soprattutto capace di giocare sia al centro dell’attacco che sulle fasce laterali, proprio lì dove il Milan avrebbe maggiormente bisogno di qualità e quantità.

Si è parlato addirittura di un tentativo di abboccamento immediato per l’attaccante partenopeo, oggettivamente difficile ma non impossibile.

Difficile convincere Aurelio De Laurentiis a cedere il ragazzo ad una diretta concorrente, non impossibile sedurlo con la promessa di un guadagno di almeno 20 milioni di euro più bonus, garantiti naturalmente solo a giugno attraverso la formula del prestito con obbligo di riscatto.

Gabbiadini o Insigne?

Pare che Fassone e Mirabelli abbiano già preso contatti con l’agente del ragazzo, Silvio Pagliari, riscuotendo un assenso immediato. Ora si tratterà di convincere da una parte i cinesi ad accollarsi un onere importante di quasi 25 milioni di euro da versare al Napoli a giugno alla riapertura del mercato estivo, dall’altra il presidente De Laurentiis ad accettare l’offerta rossonera. Considerato che non sembra esserci la fila davanti alla sede del Napoli per accaparrarsi i servigi dell’attaccante del Napoli (il Southampton potrebbe mettere sul piatto 15 milioni, non di più) e ipotizzando che acquistato Gabbiadini, Milan potrebbe mollare la presa su Insigne, l’ipotesi di vedere l’ex attaccante della Sampdoria in rossonero sembra tutt’altro che un’utopia.