8 dicembre 2019
Aggiornato 14:30

Milan, altri danni dal ritardo del closing: sfumano Rudy e Sule

Seguiti dalla futura dirigenza rossonera composta da Fassone e Mirabelli, i due nazionali tedeschi hanno alla fine ceduto alle lusinghe del Bayern Monaco di Ancelotti.

MILANO - Vai a fidarti degli amici. Carlo Ancelotti, alla guida del Bayern Monaco, ha appena fatto un bello scherzetto alla sua ex squadra, malgrado Halloween sia ormai passato da un pezzo. Il club bavarese infatti ha appena ufficializzato l’acquisto per la prossima stagione di due calciatori dell’Hoffenheim sui quali il futuro Milan cinese aveva messo gli occhi addosso, Sebastian Rudy e Niklas Sule. 

Operazione sfumata

I due ragazzi, rispettivamente regista e difensore centrale ed entrambi nazionali tedeschi, erano stati individuati dall’amministratore delegato in pectore del club di via Aldo Rossi Marco Fassone e dal prossimo direttore sportivo rossonero Massimiliano Mirabelli, quali profili ideali per rinforzare la rosa a disposizione di Vincenzo Montella. Soprattutto il primo era stato addirittura già contattato qualche mese fa in virtù del suo status di calciatore in scadenza di contratto, per un’operazione da chiudere possibilmente a gennaio. 

Come dargli torto?

Poi, come tutti sappiano, l’ennesimo slittamento del closing ha scombussolato i piani della nuova dirigenza rossonera e ieri la sorpresa: i due calciatori tedeschi non sono rimasti ad aspettare il Milan e hanno accettato le lusinghe contrattuali offerte dal Bayern Monaco di Carlo Ancelotti, preferendo il certo all’incerto. E in effetti come dargli torto?

Si tratta purtroppo dell’ennesimo problema causato dai ritardi di un’operazione ormai non più procrastinabile.