27 maggio 2020
Aggiornato 18:00
Calcio - Serie A

Pasalic-Milan: primo gol, maglia da titolare e futuro insieme

Il suo destino è tutto nelle mani del Chelsea, ma l’avventura al Milan sta riservando a Pasalic emozioni straordinarie e la scintilla tra il centrocampista croato e il popolo rossonero è già scoccata. Da qui a giugno non sono escluse sorprese.

MILANO - E adesso tutto può succedere. No, non è il titolo di un film, ma solo la fotografia del nuovissimo scenario che si sta materializzando all’orizzonte sul fronte del rapporto tra Mario Pasalic e il Milan. Il giovanissimo croato-tedesco (nato a Magonza in Germania da genitori croati) è sempre più parte integrante del gruppo costruito a Milanello da Vincenzo Montella e adesso ogni possibile decisione sul suo futuro e in discussione.

In principio fu Van Ginkel

Arrivato in estate dal Chelsea con la discutibile forma del prestito secco, edulcorata per i tifosi rossoneri con l’aggiunta della formula «con prelazione in caso di cessione», Pasalic è stato spedito a Milan dalla dirigenza dei Blues con l’unico evidente obiettivo di farlo recuperare da un lunghissimo infortunio a spese dello staff medico rossonero, e riaverlo sano e pronto alla battaglia la prossima stagione. Un po’ come già successo due anni fa con la deprecabile esperienza van Ginkel, passato a Milano come una meteora, a conferma che per Adriano Galliani certe lezioni non sono mai sufficienti.

È scoccata la scintilla

Quello che però sembra un destino già scritto per la giovane mezzala rossonera, potrebbe riservare più di una sorpresa da qui alla fine della stagione. La ragione è semplice: per quanto tra Milan e Chelsea il potere decisionale sul futuro di Pasalic appartenga tutto agli inglesi, la volontà del calciatore avrebbe il potere di sovvertire un esito già scritto in partenza. Il primo gol segnato al Crotone ha avuto il potere di avvicinare ulteriormente il classe ’95 croato al popolo rossonero, sempre più ammaliato dalla classe purissima e l’incedere austero dell’ex Chelsea e Monaco.

L’amore per il Milan

A conferma del fatto che tutto ancora può succedere, ecco le frasi di Marko Naletilic, nuovo agente di Pasalic: «È un bel momento per Mario, grazie a Montella che gli ha dato fiducia. Al Milan si trova benissimo ed è già innamorato della società, della città, di tutto l’ambiente. Per quanto riguarda il suo futuro, è prematuro parlarne adesso. Oggi è importante che lui continui a giocare bene e sfruttare tutte le opportunità che gli concede Montella. Deve pensare a fare bene nel Milan poi a fine stagione valuteremo cosa fare con il Chelsea e con i rossoneri».

E a proposito di opportunità, complice la squalifica di Juraj Kucka, non è esclusa una nuova maglia da titolare per Pasalic nella delicatissima trasferta di Roma contro i giallorossi di Spalletti. Ecco un bel modo per sentirsi sempre più milanista. 

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal