18 febbraio 2019
Aggiornato 05:30

Lewis Hamilton parte forte, Nico Rosberg insidiato dalle Red Bull

Il pilota inglese è subito il più veloce nella prima sessione di prove libere del Gran Premio decisivo di Abu Dhabi. Il tedesco si accontenta del secondo posto, staccato di quasi quattro decimi, ma rischia di doversi guardare dalle Lattine

Lewis Hamilton nell'abitacolo della sua monoposto
Lewis Hamilton nell'abitacolo della sua monoposto Mercedes

ABU DHABI – Che Lewis Hamilton non abbia intenzione di cedere facilmente al suo compagno-rivale Nico Rosberg lo ha messo in chiaro fin dalla prima sessione di prove libere dell'ultimo e decisivo Gran Premio stagionale, ad Abu Dhabi. Nonostante un testacoda alla curva 6 a inizio sessione, quando l'aderenza della pista era ancora molto scarsa, il campione in carica ha staccato il miglior tempo del turno inaugurale: 1:42.869, staccando di quasi quattro decimi la Mercedes gemella del tedesco. Certo, dall'alto dei suoi dodici punti di vantaggio, al leader della classifica basterebbe un podio per blindare il titolo, ma per riuscirci dovrà guardarsi dalle Red Bull, che fin dal venerdì mattina si sono piazzate alle sue calcagna. Max Verstappen ha chiuso terzo, ad appena 54 millesimi da Rosberg; Daniel Ricciardo quarto ad altro 65 millesimi. Più che mettere nel mirino il suo avversario diretto che gli sta davanti, dunque, Nico rischia di doversi guardare le spalle questo weekend. Molto più staccate le due Ferrari: Sebastian Vettel si è piazzato quinto, ad oltre un secondo di distacco dalla vetta, Kimi Raikkonen addirittura settimo alle spalle anche della Force India di Sergio Perez che grazie a un guizzo con le gomme supersoft è riuscito a fare meglio di Iceman di ben quattro decimi. Si torna in pista per la seconda sessione di prove libere quando in Italia saranno le ore 14.