25 gennaio 2020
Aggiornato 21:30
Inizia il weekend di gara in Germania

Rivoluzionata la classifica della Superbike: il primo posto è di Savadori

Il pilota italiano della Aprilia domina una prima giornata di prove libere al Lausitzring che sovverte i consueti rapporti di forza. Solo terza la migliore delle Kawasaki, quella di Sykes (Rea è addirittura undicesimo), Ducati quarta

LAUSITZ – La lunga pausa estiva della Superbike si è conclusa ufficialmente con l’inizio delle prove libere al Lausitzring, dove si corre il decimo round della stagione 2016. E al venerdì sull’impegnativo tracciato tedesco la Aprilia festeggia il miglior tempo fatto segnare da Lorenzo Savadori al termine della seconda sessione di prove libere. Il pilota del team Iodaracing, che non ha preso parte ad alcuna sessione di prova estiva sull’EuroSpeedway, ha utilizzato il turno della mattinata per prendere confidenza con il tracciato, mentre nel pomeriggio ha cercato di migliorare i loro tempi. La progressione è stata molto importante e il buon lavoro fatto al box si è tramutato nel miglior tempo di giornata da parte del campione in carica della Superstock 1000. Per Savadori si tratta del secondo miglior tempo dopo quello ottenuto sempre nelle seconde prove libere in Malesia a Sepang, pista come quella del Lausitzring mai vista prima dal pilota di Cesena. Lorenzo Savadori ha lavorato in perfetta sintonia con i tecnici di Iodaracing e di Aprilia presenti nel box, utilizzando solo nell’ultima uscita la gomma soft con la quale ha fatto segnare il suo 1:37.449.

I commenti del team italiano
«Il mio giro buono non è stato di certo perfetto, ma il risultato è stato di certo positivo – commenta Savadori – Per tutto il turno ho girato da solo, poi nell’ultimo run davanti ma lontano da me ho visto Sykes, ma non mi ha aiutato di certo. Eravamo certi nel box di poter migliorare i tempi di questa mattina ed è stato bello riuscirci. Certo il mio è stato un ottimo giro singolo, per il passo gara, invece, dobbiamo ancora lavorare, anche perché non avendo fatto alcun test qui non conosco ancora così bene la pista. Non è stato facile per me riprendere tutti gli automatismi dopo tanto tempo senza salire in sella. Ma nel box abbiamo lavorato bene e devo ringraziare i ragazzi del team Iodaracing e di Aprilia che si stanno impegnando molto. Ora speriamo solo che il meteo non ci tradisca, anche se le previsioni non dicono nulla di buono». «Anche se ai fini sportivi il risultato di oggi non vale molto, devo dire che è bello tornare ad essere primi – si complimenta il proprietario del team Giampiero Sacchi – Voglio ringraziare Lorenzo ed Aprilia, i nostri ragazzi nel box e tutti coloro che sono vicini al team Iodaracing. Il lavoro di tutti è fondamentale, fa piacere gioire con questo splendido gruppo». Sorprese anche nelle posizioni più arretrate. Secondo si piazza l'idolo locale della Bmw Markus Reiterberger, davanti alla migliore delle Kawasaki, quella di Tom Sykes, solo terza (il leader del Mondiale Jonathan Rea è addirittura undicesimo). Positivo il quarto posto della Ducati di Chaz Davies.