15 ottobre 2019
Aggiornato 08:30

Italia, tanto Milan nel successo contro Israele

Due gol su tre dell’Italia di Ventura realizzati grazie allo zampino importante di Antonelli e Bonaventura, i rossoneri schierati titolari dal ct Ventura contro Israele. Montolivo, De Sciglio e Donnarumma sono invece rimasti in panchina.

MILANO - Non abbiamo fatto in tempo a celebrare il maggior numero di convocati del Milan nella nuova Italia di Giampiero Ventura - ancor più di quelli juventini - e l’esordio fluorescente del fenomeno diciassettenne Gigio Donnarumma, che già possiamo stropicciarci gli occhi di fronte ad un’altra bella prestazione dei rossoneri in Nazionale. La vittoria in Israele, preziosa ai fini del preventivatile testa a testa per il primo posto nel girone di qualificazione ai Mondiali di Russia 2018 con l’ingorda Spagna, porta la firma di Pellè, Candreva e Immobile, ma almeno nei primi due gol azzurri c’è lo zampino impertinente dei due milanisti schierati titolari dal ct.

Doppio assist

Si tratta di Luca Antonelli, preferito a De Sciglio per caracollare sulla fascia sinistra, e Giacomo Bonaventura, ormai perno inamovibile del centrocampo italiano. Il terzino, servito da un illuminante affondo di Verratti, ha guadagnato il fondo campo e ha messo sui piedi di Pellè un cioccolatino da trasformare in gol; Jack invece, anche lui servito dal sempre lucido regista del Paris Saint Germain, si è provocato il rigore poi trasformato da Candreva nello 0-2 che sembrava aver chiuso la partita. Poi ci ha pensato Giorgio Chiellini con una serie di sciocchezze incomprensibili a rimettere il match sui binari di un equilibrio pericoloso, almeno fin quando Ciro Immobile non ha provveduto a rimettere le cose a posto con il gol del 3-1 che ha sancito la vittoria dell’Italia.