2 aprile 2020
Aggiornato 06:00
Domani al via le prime prove a Monza

Il programma: gli orari del Gran Premio d'Italia

Mentre il capoclassifica Lewis Hamilton è alla caccia della sua quarta affermazione in terra brianzola, i tifosi Ferrari sperano nella prima vittoria stagionale delle Rosse. Domenica il via della gara come di consueto alle ore 14

La partenza del Gran Premio d'Italia
La partenza del Gran Premio d'Italia Pirelli

MONZA – L’Autodromo Nazionale Monza ospita il Gran Premio d’Italia ininterrottamente, salvo alcune eccezioni, dal lontano 1922, anno di costruzione dell’impianto. Quest’anno si celebra un anniversario particolare: 50 anni fa si festeggiava l’ultima vittoria di un pilota italiano, al Gran Premio d’Italia. Il 4 settembre 1966 Ludovico Scarfiotti su Ferrari vinse l’unico Gran Premio della sua carriera. Prima di lui, nell’era moderna della Formula 1, le affermazioni di Nino Farina del 1950 e la doppietta di Alberto Ascari nel 1951 e nel 1952. Dal ‘67 solo piazzamenti e quattro volte sul podio con Michele Alboreto, Riccardo Patrese e Giancarlo Fisichella. Il giovedì è caratterizzato anche quest’anno dal sempre più apprezzato prologo della sessione autografi. Dalle 16 alle 18, i tifosi in possesso di un abbonamento «tre giorni» (anche prato) avranno la possibilità di passeggiare di fronte ai box ammirando da vicino le auto che saranno protagoniste nel weekend. In questo contesto, inoltre, fra le 16:30 e le 17:30, potranno anche avvicinare i piloti che saranno a disposizione per gli autografi. Poco dopo, con inizio alle ore 18 fino alle ore 20, una novità di grande richiamo: la disputa dell’incontro di calcio a 5 tra i piloti della F1 All Stars (fra cui, Daniel Ricciardo, Romain Grosjean, Sergio Perez, Max Verstappen, Fernando Alonso) e una selezione di celebri calciatori internazionali (Dida, Robert Pires, David Trezeguet, Michel Salgado, Roberto Carlos e Christian Karembeau). L’Heineken Champions of the Grid, organizzato dal main sponsor del Gran Premio anche con finalità di beneficenza (tra le quali il sostegno alle popolazioni colpite dal recente sisma nel centro Italia) e di divulgazione del messaggio «chi guida non beve», si svolgerà nell’area di partenza della pista davanti al pubblico sistemato nella tribuna centrale.

Così il weekend di gara
Prove e gare iniziano venerdì 2 con due sessioni di prove libere delle Formula 1 (dalle 10 alle 11:30 e dalle 14 alle 15:30), oltre alle prove delle gare di contorno: GP2 (libere dalle 12 alle 12:45, di qualificazione dalle 15:55 alle 16:25), GP3 (libere dalle 17:50 alle 18:35), Porsche Mobil 1 Supercup (libere dalle 16:45 alle 17:30). Nel corso della giornata di sabato 3 sono previste per la Formula 1 una sessione di prove di pit stop ai box (dalle 8:30 alle 9:15), la terza sessione di prove libere (dalle 11 alle 12) e le prove di qualificazione (dalle 14 alle 15). Per le altre formule sono in programma gara-1 della GP2 (alle 15:40, per 30 giri o 60 minuti), le prove di qualificazione e gara-1 della GP3 (rispettivamente dalle 9:45 alle 10:15 e alle 17:15, per 22 giri o 40 minuti), le prove di qualificazione e gara-1 della Porsche Mobil 1 Supercup (dalle 12:25 alle 12:55). Il programma di domenica 4 prevede per la Formula 1 alle 12:30 la tradizionale parata di saluto dei piloti al pubblico e alle 13:45 la presentazione della starting grid, preceduta da un minuto di silenzio per ricordare la tragedia che ha colpito il centro Italia con il terremoto della scorsa settimana. Alle 14 il via del Gran Premio Heineken d’Italia 2016 (53 giri per un totale di 306,720 km), preceduto dalle note dell’inno nazionale, quest’anno interpretato da Alexia, «orgogliosa di cantare la forza di questo nostro grande Paese in giorni in cui abbiamo la necessità di sentirci uniti», e dal passaggio delle Frecce tricolori che anche quest’anno consolideranno l’unione fra la Pattuglia acrobatica nazionale e il mondo della Formula 1. La domenica motoristica prevede anche altre competizioni: gara-2 della GP3 (alle 9:15, per 17 giri o 30 minuti), gara-2 della GP2 (alle 10:25, per 21 giri o 45 minuti) e la gara della Porsche Mobil 1 Supercup (alle 11:35, per 14 giri o 30 minuti).

I pronostici
Da un punto di vista sportivo questo Gran Premio d’Italia, quattordicesimo appuntamento della stagione a distanza di una sola settimana dal weekend di Spa, è caratterizzato da una Mercedes che finora ha lasciato veramente poco spazio alle avversarie: dodici vittorie equamente distribuite fra Nico Rosberg e l’attuale capoclassifica Lewis Hamilton, alla caccia della sua quarta affermazione in terra brianzola. Molta attesa è la Red Bull che quest’anno si è resa protagonista di un prodigioso recupero. Ma l’augurio del pubblico di Monza è ovviamente che la Ferrari recuperi sul circuito di casa le prestazioni dei giorni migliori e riesca a conseguire la tanto agognata prima vittoria stagionale (anche per Sebastian Vettel sarebbe la quarta personale a Monza, mentre Kimi Raikkonen qui non è mai salito sul primo gradino del podio).

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal