24 settembre 2021
Aggiornato 05:00
Calciomercato

Milan: 100% ai cinesi, ma niente soldi per il mercato

Inizia a prendere forma la reale portata del cambiamento epocale in Casa Milan. I nuovi proprietari cinesi verseranno i famosi 100 milioni per il mercato ma solo alla firma del closing, quindi a settembre. Intanto Galliani dovrà organizzarsi per ricostruire la squadra con appena 10 milioni.

MILANO - Il Milan ai cinesi e al povero Galliani appena 10 milioni per fare mercato. Se quanto trapela da ambienti vicini al club rossonero dovesse rivelarsi autentico, i tifosi rossoneri faranno bene ad iniziare a rimpiangere fin d’ora anche i periodi di vacche magre di berlusconiana memoria.
Cerchiamo di ricapitolare quanto sta iniziando a materializzarsi all’orizzonte milanista. 

Il Milan ai cinesi
Il Milan finirà nelle mani dei nuovi imprenditori asiatici, questo ormai possiamo darlo per certo. Berlusconi ha ormai preso la sua decisione definitiva e l’unico aspetto ancora da definire, ragione di questo ulteriore slittamento fino al 31 luglio, è se chiudere l’affare per un 80% del pacchetto azionario subito e il restante 20 nei prossimi tre anni oppure tranciare di netto ogni cordone ombelicale con la vecchia proprietà, sollevare definitivamente il vecchio presidente Berlusconi da ogni incombenza e acquistare il 100% del Milan subito.

100 milioni dopo il closing
Tutti argomenti che alla fine toccano ben poco i cuori dei sempre più disorientati tifosi rossoneri. La novità inquietante delle ultime ore riguarda i famosi 100 milioni garantiti dalla misteriosa cordata cinese per il mercato, condizione fondamentale pretesa da Berlusconi per accettare di cedere il club. Ebbene, sembra che questa cifra sarà versata dai nuovi acquirenti solo al momento del closing, non all’atto della prima firma, quindi a spanne non prima di settembre. Se consideriamo che il mercato chiude il 31 agosto, tutto torna, seguendo i perfetti dettami della recente filosofia milanista: se c’è un modo folle e scombinato di fare una cosa, potere star certi che sarà quello scelto in casa Milan.

10 milioni per il mercato
A parziale motivo di sollievo per i fans del diavolo c’è la gentile concessione fatta dai cinesi alla causa rossonera. In attesa di versare il grosso della cifra al momento del closing, all’atto della firma prevista entro il 31 luglio i nuovi proprietari verseranno l’iperbolica cifra di 20 milioni a Silvio Berlusconi. Il quale, magnanimo come è sempre stato, pare intenzionato a tenere per sé i 10 anticipati per Lapadula (ma l’ex pescarese non era stato acquistato con i 12 milioni incassati dalla Roma per il riscatto di El Shaarawy?) e concederne altri 10 al malcapitato Galliani per il mercato. Adesso finalmente si spiega perché gli obiettivi concreti per il nuovo Milan di Montella possono essere al massimo Sosa e Pavoletti.