30 marzo 2020
Aggiornato 11:30
Calcio - Serie A

Milan, la lunga stagione dei rinnovi

Da Montolivo a Calabria, ai prossimi rinnovi di Zapata e Honda prende forma la strategia di Galliani per il Milan del futuro. Visto che ancora non è ben chiaro se sarà possibile fare mercato e con quale budget, meglio tenere a Milanello gli attuali calciatori.

MILANO - Cambiare tutto per non cambiare nulla. Lo slogan del nuovo Milan cinese potrebbe essere questo. Non certo un bel modo di iniziare un’avventura che, viste le ultime scadentissime stagioni del club rossonero, avrebbe bisogno di ben altro abbrivio. Ma tant’è, Berlusconi non si decide a firmare e se anche si decidesse a farlo, la figlia Barbara e Adriano Galliani resterebbero a dominare la scena. In tutto questo caos rossonero, il calciomercato entra nel vivo e il Milan rischia di restare pesantemente penalizzato dalle lungaggini amministrative e burocratiche che stanno contrassegnando il tanto atteso passaggio di proprietà.

Emery braccato dal Psg

Le conseguenze sono devastanti. In primis c’è la registrare la corte spietata del Paris Saint Germain nei confronti di Unai Emery, il tecnico del Siviglia già bloccato da Galliani ma non certo disponibile ad aspettare a lungo i comodi del Milan. E a cascata, ecco gli evidenti rischi che un ulteriore ritardo potrebbe comportare: pezzi pregiati del mercato già presi e disponibilità solo di seconde scelte. Più o meno quello che è costretto a subire il tifoso rossonero da ormai un quinquennio, da quando cioè per volere di Silvio Berlusconi, il club di via Aldo Rossi ha smesso i panni di «più titolato al mondo» per indossare quelli più scomodi ma meritatissimi di «più scombinato al mondo».

Zapata futuro rossonero

Le uniche trattative di cui si parla in ottica Milan e che vedono impegnato al momento Adriano Galliani riguardano i prolungamenti contrattuali. Dopo aver annotato - non senza una punta di perplessità - il rinnovo triennale di capitano Montolivo, oltre a quello più giustificabile del giovane e promettente terzino dell’Under 21 Davide Calabria, ora è arrivato il momento di altri due calciatori rossoneri vicini alla preziosa firma.

Il primo è Cristian Zapata, il difensore centrale colombiano, ormai trentenne, impegnato in questi giorni con la sua nazionale nell’edizione statunitense della Coppa America. La rete decisiva segnata proprio all’esordio della competizione con la maglia dei Cafeteros ha - come sempre accade in via Aldo Rossi - fatto impennare le sue quotazioni, come se bastasse una buona prova o un gol fatto a decidere dell’affidabilità di un calciatore. Fatto sta che l’ex Villarreal pare vicinissimo ad un rinnovo triennale che non sposterebbe di nulla la qualità complessiva del pacchetto arretrato rossonero.

Honda fino al 2020

L’altro nome di cui si parla in ottica rinnovo è quello di Keisuke Honda. Il samurai triste, in scadenza giugno 2017, potrà essere ceduto solo durante questa finestra di mercato, altrimenti sarà libero di andare via a parametro zero. Non che Galliani si stia dando particolarmente da fare per venderlo (sappiamo come gestisce il mercato in uscita l’ad rossonero: se bussa qualcuno in via Aldo Rossi, bene, altrimenti non si fa nulla), ma Honda pare intenzionato a rispedire al mittente tutte le offerte recapitate al suo procuratore. Questa strategia potrebbe garantirgli un rinnovo fino al 2020, alla faccia del buon senso e dei sempre più perplessi tifosi del Milan.

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal