29 settembre 2020
Aggiornato 23:00
Calcio

Lodetti: “Il Milan è carente a centrocampo”

L’ex centrocampista rossonero individua nella linea mediana uno dei principali problemi della squadra di Mihajlovic

MILANO - Il 2-0 rimediato a Reggio Emilia ha tolto definitivamente il Milan da ogni discorso riguardante il terzo posto, evidenziando ancora lacune strutturali che la formazione rossonera si trascina da inizio stagione. Ha analizzato la situazione anche Giovanni Lodetti, storico ex calciatore milanista degli anni sessanta e settanta, che ha affermato: «Il Milan è carente a centrocampo, a gennaio andava affiancato un elemento valido a Montolivo in modo che anche Bonaventura potesse essere più libero di aiutare l’attacco. Anche Bertolacci continua a non avere un ruolo ben definito, in quanto non è né mezza punta e nemmeno centrocampista centrale». Le carenze del Milan sono ormai ataviche, la qualità a centrocampo scarseggia, così come la personalità: Kucka, l’unico elemento che ha dato buoni frutti in questa stagione, è in affanno fisico e non può in ogni caso reggere da solo il centrocampo. L’assenza di un regista, di quel calciatore in grado di organizzare il gioco, mettere ordine e gestire la situazione nei momenti più complicati, si fa sentire proprio nelle gare come quella contro il Sassuolo, ovvero nelle quali la squadra va più in affanno. Le voci di un interesse di Galliani per Valdifiori, chiuso a Napoli da Jorginho e Allan,  potrebbero in parte risolvere tale lacuna, regalando al Milan un elemento di qualità in un centrocampo poverissimo.