22 febbraio 2020
Aggiornato 17:30
Calcio | Milan

Barbara Berlusconi tra nuovo stadio e tour in Cina

In perfetta sintonia con Galliani per il restyling di Milanello, Lady Barbara è sempre più protagonista di tutte le operazioni di marketing riguardanti il Milan. Oggi la conferma al sindaco di Milano Pisapia dell’intenzione di lasciare San Siro per costruire un nuovo impianto. Presentata intanto la International Champions Cup 2015 che si svolgerà in Cina a fine luglio.

MILANO - E meno male che l’Ac Milan, la creatura della famiglia Berlusconi, pare stia per passare in mani straniere (thailandesi o cinesi, o entrambi, si vedrà). A guardare la super attività di Barbara Berlusconi, amministratore delegato per la parte marketing della società rossonera, non si direbbe proprio. Un lavoro a 360° che impegna quotidianamente la figlia del presidente onorario su più fronti, dalla costruzione del nuovo stadio al restyling del centro sportivo di Milanello, per finire alla diffusione e alla promozione del marchio Milan in Oriente, grazie ad un tour estivo che vedrà protagoniste anche Inter e Real Madrid.

VIA AL RESTYLING DI MILANELLO - La giornata di ieri ha visto sancire un accordo importante con Adriano Galliani. La riunione programmatica fra i responsabili di tutti i settori societari, dalla comunicazione al marketing, dallo stadio ai progetti speciali, passando per quello sanitario e il settore giovanile, con i due amministratori delegati rossoneri, ha avuto quale oggetto la trasformazione del centro sportivo rossonero. L’obiettivo principale dell’operazione di restyling sarà quello di rendere il centro sportivo di Carnago più accessibile a tifosi, sponsor e partner del Milan attraverso la costruzione di spazi ad hoc, quali ad esempio un ristorante o una location per appuntamenti commerciali, in modo tale da rendere Milanello anche una sede di rappresentanza e d’affari.

STADIO: RIUNIONE CON PISAPIA E THOHIR - Sul fronte stadio, in attesa del responso di Fondazione Fiera sul progetto del Milan di costruire un nuovo impianto in zona Portello (l’esito positivo è atteso a giorni), oggi Barbara Berlusconi ha incontrato il sindaco di Milano Pisapia insieme al presidente dell’Inter Erick Thohir. All’incontro organizzato per chiarire tutti i possibili scenari relativi all’utilizzo di San Siro in un prossimo futuro, hanno partecipato l’a.d. Michael Bolingbroke e il d.g. Marco Fassone, in rappresentanza del club nerazzurro, e Alfonso Cefaliello, direttore operatività stadio, ad accompagnare Lady Barbara. Per la parte istituzionale, oltre al sindaco Pisapia, hanno partecipato alla riunione il vice Lucia De Cesaris (delegata all'Urbanistica) e l'assessore allo Sport, Chiara Bisconti.

ATTESO IL 28 APRILE L’OK PER IL MILAN STADIUM - L’obiettivo del Milan ormai è chiaro: costruire il nuovo stadio di proprietà approfittando del bando per la riqualificazione dei padiglioni 1 e 2 della vecchia Fiera Campionaria. Secondo indiscrezioni, la decisione finale dovrebbe arrivare probabilmente martedì 28 aprile. Oggi, alla presenza del sindaco e dei rappresentanti dell’Inter, Barbara Berlusconi ha comunicato la decisione di lasciare il Meazza, forse già dal 2018. Se il respondo di Fondazione Fiera dovesse essere negativo per l’area del Portello, il Milan Stadium sorgerà altrove, ma comunque si farà.
L’Inter da parte sua manterrebbe San Siro tutto per sè, dopo averlo rimodernato magari diminuendo il numero di posti.

INTER E MILAN, TOUR ESTIVO IN CINA - Le due società milanesi intanto guardano sempre più ad Oriente. La prossima estate, infatti, Milan e Inter saranno impegnate in una tournèe in Cina e parteciperanno con il Real Madrid all'International Champions Cup 2015. Il torneo, presentato oggi a Pechino, è basato su un girone da tre squadre e prenderà il via proprio con Milan-Inter il prossimo 25 luglio nello stadio Longgang di Shenzhen. Lunedì 27 luglio sarà la volta di Inter-Real Madrid nel Tianhe Stadium di Guangzhou. E a chiudere, o mercoledì 29 o giovedì 30 luglio, Real Madrid- Milan al Shanghai Stadium.