21 aprile 2024
Aggiornato 20:00
Calcio-Serie A

Berlusconi brinda alla Champions: «L’anno prossimo il Milan ci sarà»

Brindisi di fine anno a Milanello alla vigilia del delicato scontro con il Napoli in programma domenica sera a San Siro. Presenti Silvio Berlusconi, la figlia Barbara, Adriano Galliani e Inzaghi con tutta la squadra.

MILANO - Alla quindicesima visita alla squadra della stagione Silvio Berlusconi ha finalmente scoperto le carte. Lui crede in questo Milan, approva le scelte di mercato di Adriano Galliani e i dettami tecnico-tattici dell’allenatore Filippo Inzaghi e, grazie a questa ritrovata armonia fissa il traguardo per i rossoneri: «Sono sicuro che con questa squadra possiamo fare sicuramente la Champions League l'anno prossimo e abbiamo davanti tutto il tempo per poterlo fare. È un gruppo molto forte, molto coeso, molto determinato, ma soprattutto abbiamo una squadra forte. Abbiamo una rosa tutta italiana ed una all-star, praticamente potremmo mettere in campo un Milan nazionale e uno straniero». Nemmeno la sconfitta dolorosa subita domenica a Genova è riuscita a scalfire l’ottimismo contagioso del numero 1 rossonero e il motivo è semplice: «La ragione della mia fiducia in questo gruppo è che andiamo tutti d’accordo, anche all’interno della squadra dove il nostro allenatore è bravissimo a essere fratello maggiore di tutti». 

GALLIANI: «IL PRESIDENTE VUOLE MANTENERE IL MILAN IN ALTO» - Presente al brindisi di fine anno, organizzato a Milanello per i giornalisti, oltre al presidente Silvio Berlusconi, alla figlia Barbara e all’allenatore Filippo Inzaghi, anche Adriano Galliani che ha approfittato dell’occasione per rilanciare l’immagine del club e rassicurare i tifosi: «Il presidente è un fuoriclasse, parla a 360° di tutto. Ed è anche grazie a lui che il brand sta crescendo sempre di più. Abbiamo sponsor internazionali importantissimi perché il marchio Milan piace, è quello che ha vinto di più nel mondo. Nel 2007 eravamo primi nel ranking europeo, è evidente che parliamo di tempi diversi ma non così tanto. La volontà del presidente è quella di mantenere il Milan in alto là dove merita di stare. Pensiamo ad esempio al Real Madrid: è stato 32 anni senza vincere una Champions ma è sempre rimasto il Real Madrid. Il brand non ne risente e non ne risente il numero dei tifosi».

LADY B: «VOGLIAMO CONTINUARE A CRESCERE - Protagonista assoluta dell’incontro anche Barbara Berlusconi, figura sempre più centrale di questo nuovo Milan. Dopo aver chiuso l’importante prolungamento del contratto con Fly Emirates, un accordo da ben 100 milioni di euro, nelle ultime ore si è ricominciato a parlare del nuovo stadio, un gioiellino da 42.000 posti che dovrebbe sorgere nell’area adiacente a quella di casa Milan, per fare vita ad un vero e proprio quartiere rossonero. Lady B. è intervenuta al brindisi con i giornalisti e ha rilasciato alcune sintetiche ma beneuguranti dichiarazioni: «È stata una giornata divertente ma ora dobbiamo rimetterci subito a lavorare, abbiamo tanti progetti in cantiere. Per quanto riguarda la squadra, credo che il mister stia lavorando tanto e bene e per questo pensiamo di crescere ancora».