20 aprile 2021
Aggiornato 18:00
Basket NBA

LeBron James festa rovinata

A Cleveland Cavaliers sconfitti da New York. Brutta partita quella di LeBron: 17 punti, con 5/15 al tiro, 4 assist e 8 palle perse. Per la prima volta in carriera sotto i 20 punti. Bryant mostruoso ma i Lakers vanno ko.

NEW YORK - New York rovina la festa a LeBron James alla prima dopo il suo ritorno a Cleveland. Una serata speciale quella per il numero 23 dei Cavs. Magliette personalizzate per tutti i tifosi e torce elettriche per una scenografia da non dimenticare. La Quicken Loans Arena è piena come un uovo.
Peccato che a Cleveland vincano i Knicks 95-90. Brutta partita quella di LeBron: 17 punti, con 5/15 al tiro, 4 assist e 8 palle perse. Per la prima volta in carriera sotto i 20 punti. New York senza Bargnani con Anthony a quota 25. Vanno i Clippers che superano 93-90 gli Oklahoma City Thunder che perdono Russell Westbrook che si frattura la mano destra a rimbalzo.
È stata la prima partita da proprietario per Steve Ballmer che ha rilevato la squadra dopo lo scandalo delle frasi razziste del precedente proprietario. Washington vince a Orlando grazie a 30 punti di Wall. Detroit, ancora senza Datome in panchina, è sconfitta in trasferta sul parquet dei Minnesota Timberwolves. Finisce 97-91 con il debutto casalingo per la prima scelta assoluta Andrew Wiggins. Infine torna alla vittoria Dallas (Nowitzki 21) contro Utah (120-102).

Bryant mostruoso ma i Lakers vanno ko - Chicago strapazza New York in NBA. Al Madison Square Garden Gibson (22) e Gasol (21) su tutti per la vittoria dei Bulls 104-80 sui Knicks. Secondo ko per i Lakers, questa volta contro Phoenix (119-99). Non basta un immenso Bryant che chiude con 31 punti. I 38 punti di passivo sono il massimo di franchigia accumulato nelle prime due gare dal 1957, e vanno a contribuire alla frustrazione di Bryant. Oklahoma può contare su 38 punti di un immenso Westbrook ma alla fine prevale Portland (106-89). Ci vuole un supplementare a Charlotte per battere Milwaukee (108-106 dts). Per Walker 26 punti. I Pacers superano Philadelphia 103-91 con 22 punti di Hibbert mentre i Brooklyn Nets regalano una serata sul velluto ai Boston Celtics che portano Olynyk a 19 punti.

A Miami si vince anche senza LeBron James. Orfani del proprio mentore dopo quattro anni gli Heat superano 107-95 i washington Wizards. Bosh (26) e Cole (23) i migliori marcatori. Nella serata con 12 partite Nba c'è gloria anche per Toronto (109-102 ad Atlanta) decisiva a suon di triple. A segno anche Memphis (105-101 su Minnesota), Houston Rockets (104-93 a Utah) e Golden state Warriors (95-77 a Sacramento). Rientro dopo l'infortunio e primi punti per Gallinari (7) con Denver che supera Detroit 89-79. Datome in panchina.