18 gennaio 2020
Aggiornato 11:00
Calcio - Serie A

Cagliari, è già febbre Zeman

La notizia dell’arrivo del boemo sulla panchina rossoblu ha contagiato dirigenti, calciatori, tifosi, tutti ansiosi di veder scendere in campo il nuovo Cagliari targato Zeman.

CAGLIARI -  «Con Zeman abbiamo scelto un progetto: è un tecnico rivoluzionario, è un segnale di nuove idee. Rischioso, particolare: ma bisognava dare un segnale. Zeman dara' una carica di adrenalina a tutto l'ambiente». Con queste parole il neodirettore sportivo del Cagliari del nuovo corso Giulini, Francesco Marroccu, ha parlato dell'ingaggio del tecnico boemo. «I rinnovi? - ha aggiunto Marroccu - ogni scelta sarà presa e condivisa assieme al tecnico. Abbiamo avuto l'okay dell'allenatore da poche ore, presto comincerà l'analisi della rosa per decidere le prime mosse».
Un pensiero al vecchio e al nuovo presidente: «Volevo salutare chi per 23 anni ha guidato il Cagliari. Cellino non avrebbe mai ceduto la società a una persona qualunque: ha grande stima di Giulini».

CONTI: ZEMAN GRANDE ALLENATORE - Ad esprimere il suo parere sull’avvento di Zdenek Zeman sulla panchina del Cagliari, anche lo storico capitano dei rossoblu, Daniele Conti: «Zeman? Grande allenatore e grandissima persona. E' stato il mio tecnico quando ero giovanissimo: speriamo di poter dare grandi soddisfazioni ai nostri tifosi».

ANCORA CAPITANO - Conti, centrale del Cagliari fresco di rinnovo di contratto, sarà ancora il capitano degli isolani e guiderà il nuovo corso rossoblu versione Giulini. Non e' un caso che il presidente lo abbia voluto alla sua sinistra il grande giorno della presentazione ufficiale. «Sono 15 anni in Sardegna - ha affermato Conti - ma mi sembra di essere al primo giorno. Però lasciatemi ringraziare Cellino. Con lui ho avuto degli scontri, ma ci siamo sempre detto tutto in faccia e ci siamo sempre rispettati. È stato tra i pochi a credere in me dall'inizio in questa avventura in Sardegna».