17 settembre 2019
Aggiornato 16:30

Barrichello: «Nuerburgring vittoria impossibile, rabbia smaltita»

Brasiliano ha accusato la BrawnGp di gravi errori sulla strategia

Rubens Barrichello ha ammesso di avere «smaltito« la rabbia esplosa domenica pomeriggio dopo il deludente sesto posto colto al Gran Premio di Germania, nona prova del Mondiale di Formula 1, quando ha accusato la Brawn-Mercedes di avere clamorosamente sbagliato la strategia dei rifornimenti e di avere così spalancato la strada alla doppietta della Red Bull.

«Ieri ero veramente nero, ora va meglio«, scrive Barrichello sul suo Twitter. «Va meglio perché ho capito che in fondo non avremmo mai potuto vincere, le Red Bull andavano un secondo più forte al giro. Resta il fatto che avrei potuto però chiudere senza problemi almeno al terzo posto». Sulla gara di Barrichello pesa infatti anche un problema con la pompa al secondo rifornimento che gli ha fatto perdere diversi secondi e la possibilità di stare almeno davanti al compagno di squadra, l'inglese Jenson Button.

Dopo la gara del Nuerburgring, nel de-briefing il brasiliano avrebbe accusato la squadra di avere dato una bella dimostrazione di come si può perdere una gara e avrebbe evitato di stare ad ascoltare le motivazioni tecniche, che sarebbero state solo un mucchio di bla, bla, bla.

«Finché la matematica me lo consentirà, continuerò a lottare per il Mondiale, lo prometto: al Nuerburgring è stata una brutta giornata, ma ora è passata», scrive Barrichello. Il Mondiale piloti è guidato sempre nettamente da Button con 68 punti, ma per effetto della doppietta Red Bull firmata da Mark Webber e Sebastian Vettel, Barrichello ha perso la seconda posizione ed è ora quarto, a -1,5 dall'australiano, a -3 dal tedesco e a -24 dall'inglese.