26 giugno 2017
Aggiornato 07:00
I consigli del medico ayurvedico: il ghee

Ghee, il rimedio ayurvedico che si prende cura della tua salute

Né olio né burro: il ghee è molto più di un burro chiarificato perché è facile da digerire e aiuta a ridurre i sintomi causati da un eccesso di vata nel corpo. I suggerimenti della dottoressa Behnaz Saber

Il ghee è un rimedio ayurvedico, ottimo. Tuttavia è bene sottolineare che non si tratta di semplice burro chiarificato. Infatti, per chiarificare ed eliminare il siero di latte, il ghee viene prodotto molto lentamente, piano piano e con il tempo. Inoltre, durante il processo di preparazione vengono anche recitati dei mantra – spiega la dottoressa Behnaz Saber, medico chirurgo esperto in medicina ayurvedica.

Non un semplice burro
«Oltre al suo potere prettamente chimico, possiede – grazie alla recitazione dei mantra – una vibrazione, un’energia differente. Ecco perché non è semplicemente burro chiarificato», continua la dottoressa Saber.

Chi dovrebbe assumere il ghee
«Il ghee è un ottimo rimedio per le persone che hanno uno squilibrio di vata, quindi hanno tutte le qualità di questa dosha che sono in eccesso. Quindi parliamo di secchezza, leggerezza ed emaciazione».

  • Guarda anche: I trattamenti esterni in Medicina Ayurvedica
    Nel processo terapeutico in Medicina Ayurvedica, oltre ai trattamenti interni, sono previsti anche i trattamenti esterni, di altrettanto provata efficacia. Vediamoli nel video insieme alla dott.ssa Saber.

Un ottimo veicolo per altri rimedi naturali
«A differenza di atri oli, il ghee è molto digeribile, quindi stimola fortemente il processo digestivo e agni. Il ghee, molto spesso, viene anche arricchito con dei rimedi. Quindi si tratta di un ghee medicato, ottimo veicolo per altri rimedi che vengono somministrati al paziente», conclude la dottoressa Saber.