19 maggio 2019
Aggiornato 15:00
Medicina Ayurvedica

Ayurveda: i rimedi naturali per dire addio all’acne

I rimedi ayurvedici per ritrovare l’equilibrio tra i Dosha riducendo acne e brufoli. Come ridurre l’eccesso di Pitta con le piante di origine indiana e gli impacchi fai da te

Rimedi ayurvedici contro l'acne
Rimedi ayurvedici contro l'acne ( Shutterstock )

L’acne è un problema che si manifesta con maggior facilità negli adolescenti. Ma esistono anche forme che iniziano – o continuano – in età adulta. La medicina ayurvedica ha dei rimedi naturali adatti a ogni caso. Ecco quelli più adatti a te.

Cos’è l’acne?
Secondo la medicina ufficiale l’acne è causata da un’infiammazione di follicoli piliferi e delle ghiandole sebacee. L’irritazione che ne consegue porterebbe alla formazione dei tanto antiestetici brufoli.

Un eccesso di Pitta
Come ben sappiamo, la medicina ayurvedica prende in considerazione tre dosha, ovvero tre elementi di natura nociva che possono causare vari disturbi. Solo l’equilibrio tra i tre porta l’organismo in uno stato di salute. Nel caso dell’acne, il dosha predominante è Pitta – formato da fuoco e acqua. Ma non sempre: l’acne, in medicina ayurvedica è chiamato mukhadooshika e, a differenza del sintomo predominante, potrebbero essere coinvolti uno o più Dosha.

  • Sintomi predominanti e Dosha
  • Elevata infiammazione: formazioni molto rosse e irritate: Pitta
  • Ridotta infiammazione ed eccesso di sebo: Kapha
  • Formazioni secche, poco rosse e con poco sebo: Vata

Le piante che aiutano
Esistono diverse piante medicinali in medicina Ayurvedica che possono essere utilizzate nel trattamento dell’acne. Il rizoma di calamo aromatico, per esempio, contiene monoterpeni e terpineolo in grado di ridurre l’infiammazione. È eccellente in caso predomini il dosha Kapha. Mentre la polpa del frutto delle giuggiole triterpenoidi, falvonoidi e saponine utili nel trattamento di Vata. L’aloe Vera è più indicata per Pitta. Mentre per chi soffre di acne cistica il trattamento d’elezione è il Guggul.

Se hai un eccesso di Pitta impara a respirare bene
L’eccesso di Pitta provoca un calore elevato in una o più parti del corpo, il che si traduce in un’infiammazione costante. Insieme a rimedi naturali – come il Triphala adatto a tutti i dosha – e una dieta sana si possono fare delle sessioni di respirazione che aiutano a controllare Pitta. Il metodo è molto semplice: esegui delle respirazioni profonde chiudendo la narice destra. In questo modo ti sentirai anche più calmo e rilassato.

Prepara degli impacchi
Per ridurre l’infiammazione – e quindi l’eccesso del dosha Pitta – prepara un impacco a base di polvere di sandalo, polvere di neem, aloe vera e olio di cocco. Miscela bene tutti gli ingredienti fino a formare una crema facilmente spalmabile sul viso. Lascia in applicazione per una mezz’ora quindi elimina il tutto con l’acqua. Se c’è un eccesso di Kapha unisci alla polvere di neem dell’argilla verde ventilata e del miele di timo.

La dieta corretta
E’ essenziale anche seguire una dieta corretta al fine di ridurre l’infiammazione. Banditi, quindi, tutti i cibi grassi, i fritti, gli alcolici, gli alimenti raffinati e zuccherini e le spezie. Via libera a latticini fermentati, carote e cavoli. Ottime anche le bevande ad azione depurativa come il latte di cocco senza zucchero, l’aloe vera e i succhi di limone e carote.