24 gennaio 2021
Aggiornato 16:30
Sostanze chimiche dannose

I mobili contengono una sostanza cancerogena: ecco come ridurla

Scienziati hanno trovato il modo per ridurre al minimo la presenza di una sostanza cancerogena che si trova nei mobili

Recentemente abbiamo parlato della pericolosità della maggior parte dei prodotti per la pulizia. Essi, infatti, possono causare squilibri endocrini e danni all’apparato respiratorio. Tuttavia, sembra che detersivi & co. possono, in qualche modo, anche proteggere la nostra salute. Un nuovo studio, infatti, ha messo in evidenza come alcuni prodotti per la pulizia siano in grado di eliminare gli effetti nocivi dei composti chimici che si trovano sui mobili. Ecco come fanno ad annientarli.

Ridurre le sostanze chimiche pericolose
Le sostanze chimiche pericolose si trovano ovunque, persino nella nostra casa e nei mobili che da anni si trovano all’interno delle nostre mura. Secondo alcuni studiosi, tuttavia, esisterebbero dei metodi per rimuoverle o, per meglio dire, per ridurne la concentrazione. Tra questi passare frequentemente l’aspirapolvere, lavarli e trattarli.

Il pericoloso Tris clorurato
Il Tris clorurato è un ritardante di fiamma che fu adottato molti anni fa per sostituire il Tris Bromurato una sostanza che si trovava nei tessuti sintetici, specie nei pigiami per bambini, che era stato dichiarata altamente cancerogeno. Il Tris Clorurato, tuttavia, non è da meno. E nonostante tale sostanza sia stata eliminata – nel 1977 - almeno da indumenti per bambini, viene comunque utilizzata per la produzione di mobili, più precisamente nella schiuma per mobili, per la quale se ne usa una concentrazione fino al 5%. Questo ritardante di fiamma può provocare infertilità e disturbi ormonali. Paradossalmente, però, ne è consentito l’utilizzo persino nei passeggini per bambini e nei prodotti in vimini.

La pulizia riduce il Tris
Secondo uno studio condotto dalla Columbia University, i prodotti per la pulizia possono ridurre i livelli di Tris del 31%. Tuttavia, eliminarlo del tutto, anche con lavaggi frequenti, è davvero molto difficile. Ricordiamo anche che esperimenti su animali sono riusciti a dimostrare come la sostanza sia in grado di alterare negativamente il nostro DNA. Il Tris è talmente pericoloso per la nostra salute che è facilmente rilevabile la quantità che si trova nel nostro organismo grazie a un semplice esame delle urine. Gli scienziati, infatti, durante lo studio hanno rilevato quantità più o meno elevate di questa sostanza in tutte i volontari allo studio.

Lavati bene le mani
Al fine di ridurre al minimo il rischio, l'Environmental Protection Agency (EPA) consiglia agli americani di lavarsi molto bene le mani dopo aver toccato i mobili e di pulire molto bene la casa. I risultati dello studio, hanno infatti dimostrato come seguire queste piccole regole permettesse di dimezzare i livelli di Tris nelle urine. Se ci si lavava solo le mani, i livelli scendevano del 31% mentre se si puliva anche spesso i mobili, la riduzione era del 43%. «I risultati implicano che sia il lavaggio delle mani che la pulizia della casa possono essere metodi efficaci per ridurre l'esposizione ai ritardanti di fiamma e questa prova supporta le raccomandazioni dell'EPA», ha dichiarato Elizabeth Gibson, autrice dello studio.

Eliminarlo totalmente è impossibile
Tuttavia, va considerato che, al termine dello studio, tutti i partecipanti avevano ancora livelli minimi nelle urine. Da ciò si evince che eliminare totalmente il Tris è impossibile. L’unica buona notizia è che molti produttori di mobili, negli ultimi anni, hanno deciso di evitare l’uso del Tris. «Quando le persone sostituivano i loro vecchi mobili, abbiamo assistito a una riduzione delle esposizioni alla precedente generazione di ritardanti di fiamma. Andando avanti, è importante continuare a studiare nuovi ritardanti di fiamma organofosfati per capire cosa fanno per la nostra salute e come proteggerci, sia a livello individuale che di popolazione», conclude a dottoressa Julie Herbstman.

Leggi anche: Le pulizie di casa possono uccidere. Casalinghe, e non solo, a rischio
Usare detersivi e candeggianti per le pulizie in casa è stato collegato a un elevato rischio di sviluppare malattie polmonari mortali come la BPCO, o broncopneumopatia ostruttiva, una delle cause principali dei disturbi dell'apparato respiratorio

EDC, sono pericolosi per la salute. Si trovano in saponi e detersivi. Ma l’UE vuole vietarli
La stragrande maggioranza di saponi, detersivi, cosmetici, creme e persino spray antizanzare contengono sostanze pericolose per la nostra salute. L’UE li vuole vietare

Detersivi per la casa possono causare seri problemi polmonari. Lo studio
I detersivi per la casa, specie quelli spray, possono causare seri danni al sistema respiratorio. Ecco i dati presentati all’European Respiratory Society’s International Congress di Londra.