26 maggio 2022
Aggiornato 07:30
Nuovo studio

Perché bibite e cibi grassi sono l’anticamera della demenza

Una dieta malsana non solo accorcia la vita, ma restringe anche il cervello. Una condizione che spesso è l’anticamera della demenza o malattie come Alzheimer e Parkinson

MELBOURNE – Un nuovo studio mette in evidenza come le persone che bevono bibite zuccherate e mangiano cibi grassi, salati e malsani abbiano un ippocampo – la parte del cervello collegata all’apprendimento e alla memoria – rimpicciolito. Problemi all’ippocampo sono stati associati a condizioni come la demenza e malattie come l’Alzheimer e il Parkinson.

Bibite e grassi, cervello e demenza
Lo studio, pubblicato su BMC Medicine e condotto dai ricercatori della Deakin University e dell’Australian National University, suggerisce dunque che vi è una correlazione tra l’assumere bibite zuccherate, snack salati ricchi di grassi saturi (per esempio i grassi trans), carni lavorate e il restringimento dell’ippocampo. Questa regione del cervello è associata alla memoria, l’apprendimento e, soprattutto, alla salute mentale. «Sta diventando ancora più chiaro che la dieta è di fondamentale importanza per la salute mentale, nonché per la salute fisica per tutta la vita», sottolinea il professor Felice Jacka, principale autore dello studio.

Lo studio
Per questo studio, i ricercatori hanno utilizzato la risonanza magnetica (MRI) per misurare il volume dell’ippocampo di oltre 200 adulti di età compresa tra 60 e 64 anni. Allo stesso tempo hanno valutato le loro abitudini alimentari durante tutta la vita trascorsa. I risultati hanno inoltre mostrato che, in confronto al restringimento dell’ippocampo di chi mangiava male, chi invece consumava più cibi ricchi di nutrienti – come per esempio frutta, verdure e pesce – aveva un ippocampo sinistro più grande, una regione associata alla memoria verbale e al ricordo di parole, oggetti, persone e così via. In conclusione, i ricercatori ritengono che l’alimentazione giochi un ruolo basilare anche nella salute mentale, e dunque non solo in quella fisica.