23 luglio 2019
Aggiornato 09:30
Lo stress modifica le scelte alimentari

All’improvviso ti viene voglia di un dolcetto? Ecco perché

Addio all’autocontrollo quando ci sentiamo stanchi, stressati, o dopo una riunione di lavoro. Ecco come lo stress modifica le scelte e le nostre preferenze alimentari, senza che ce ne rendiamo conto

WASHINGTON – Lo stress può alterare le risposte del cervello e modificare le nostre scelte e preferenze alimentari. E così ci ritroviamo all’improvviso a sentire il bisogno di mangiare un po’ di cioccolato, uno stuzzichino goloso (ma poco sano) o del cibo spazzatura – il tutto senza che ce ne rendiamo conto.

Non resisto!
Una situazione stressante, di tensione, come possono essere il dover guidare nel traffico, una riunione al lavoro, un compito da portare in fretta a termine o, ancora, le incombenze familiari… tutte situazioni che mettono a dura prova l’autocontrollo, perché lo stress può alterare le risposte del cervello.

Anche moderato
I ricercatori guidati dalla dott.ssa Silvia Maier hanno scoperto che anche uno stress moderato ha un effetto negativo sull’autocontrollo. Per far ciò hanno sottoposto 29 soggetti a una serie di test che prevedevano l’induzione di stress moderato in laboratorio. Prima di sottoporli ai test è stato chiesto loro di scegliere tra due opzioni di cibo. La stessa cosa è stata chiesta ad altri 22 partecipanti, che però non hanno subìto il trattamento – e che facevano da gruppo di controllo. Il trattamento stressante prevedeva l’immersione di una mano in acqua ghiacciata per 3 minuti, prima di scegliere di nuovo tra le opzioni di cibo.

Una scelta poco sana
Al termine dei test i ricercatori hanno potuto osservare che chi era stato sottoposto al trattamento stressante era più propenso a scegliere un cibo malsano, rispetto a quelli che non erano stressati (cioè non sottoposti al trattamento). Secondo i ricercatori, questo studio indica che anche livelli moderati di stress possono mettere in pericolo l’autocontrollo. Per cui se capita che siamo attirati dal cibo spazzatura e non sappiamo perché, proviamo ad analizzare cosa ci è successo prima che ci venisse questa voglia. Lo studio è pubblicato sulla rivista Neuron.