7 dicembre 2019
Aggiornato 08:00
Cibi che attentano alla salute

Stai alla larga da hamburger e hot-dog. Ecco perché

Farmaci e quant’altro nei prodotti di carne lavorati. Uno studio dell’Università di Torino mette in guardia dai pericoli per la salute di hamburger e hot-dog, o wurstel

TORINO – Uno studio condotto dai ricercatori dell’Università di Torino ha evidenziato come nella carne lavorata, tipo hamburger e wurstel, vi sia la presenza di sostanze farmacologiche ereditate durante i precedenti processi di lavorazione. Un reale rischio per la salute.

Grassi cattivi
Sul banco degli imputati vi sono ormai da molti anni i cosiddetti grassi cattivi, ossia quelli derivanti dalla lavorazione industriale di certi alimenti. Diversi studi, poi, hanno evidenziato il pericolo per cuore, arterie, sistema metabolico e via discorrendo derivante dal consumo di carne lavorata. Oggi, uno studio pubblicato su Poultry Science, rivela che nella carne lavorata possiamo trovare anche altri «ingredienti» indesiderati.

Sottoprodotti
Il problema evidenziato dai ricercatori torinesi sono in realtà i sottoprodotti della macellazione utilizzati nella produzione di hamburger e hot-dog. Tra questi troviamo anche i macinati d’osso degli animali, in cui purtroppo si possono ritrovare residui di farmaci utilizzati negli allevamenti. Gli scienziati ritengono che un consumo abituale di questi alimenti possa essere dannoso per la salute, a causa dell’accumularsi di sostanze tossiche nel corpo. Queste possono essere causa di infiammazione sistemica: una condizione che è stata collegata a tutta una serie di malattie anche gravi, come il cancro.

Pericolosi anche per i nostri amici a 4 zampe
Lo studio ha anche messo in evidenza come questi prodotti lavorati possano essere pericolosi per gli animali domestici, come cani e gatti. Difatti, dalla ricerca è emerso che anche negli alimenti per i nostri amici a 4 zampe sono presenti simili residui di farmaci. Anche per essi, queste sostanze possono nel tempo provocare una reale, costante e progressiva intossicazione.