23 luglio 2019
Aggiornato 04:30

Di Maio: «Ong hanno trovato il loro palcoscenico, fanno lo show sulla pelle dei disperati»

Lo ha detto il ministro dello Sviluppo Economico Luigi Di Maio a margine del villaggio Coldiretti a Milano: «E' chiaro che è un grande show di speculazione politica»

Video Agenzia Vista

MILANO - «Io credo che la questione della Ong Mediterranea sia l'ennesima dimostrazione che ormai le Ong hanno trovato il loro palcoscenico: vanno nelle acque Sar libiche, prendono delle persone che potrebbero essere salvate dalla marina libica, se le mettono in barca, vengono in Italia e iniziano lo show sulla pelle di questi poveri disperati». È quanto ha detto Luigi Di Maio, ministro dello Sviluppo economico, arrivando a Milano al villaggio Coldiretti, a proposito della nave Mediterranea, la barca a vela degli attivisti italiani che ha tratto in salvo 54 migranti.

Grande show di speculazione politica

«Dobbiamo anche dirci - ha aggiunto Di Maio - che nell'ultimo mese sono sbarcate 300 persone, qui stiamo parlando di 50 persone su una barca, tra l'altro a vela. Incoscienti, questi delle Ong che utilizzano una barca a vela, per andare in Libia prendere delle persone e venire in Italia. A questo si aggiunge il fatto che è chiaro che è un grande show di speculazione politica - ha ragionato il ministro pentastellato - c'è chi se ne avvantaggia dicendo no alle entrate e c'è chi se ne avvantaggia dicendo 'vogliamo entrare'. I parlamentari del Pd si stanno già mettendo il costume per tornare su quest'altra nave».

I problemi dell'Italia sono altri

«Io mi sono un po' stancato di sentire parlare di Ong e di questioni legate a Ong che vogliono entrane nelle nostre acque quando potrebbero andare a Malta, quando invece in Italia abbiamo ancora un grosso problema di imprese, di lavoro che stiamo affrontando», ha concluso.