24 settembre 2021
Aggiornato 04:00
La polemica

Paragone: «Salvini sta cercando di giocare tutte le parti in commedia»

Il Senatore di Italexit, Gianluigi Paragone attacca il leader della Lega: « Io già avrei fatto una crisi di governo, lui evidentemente ha qualche interesse superiore e sta accettando tutto»

Il Senatore Gianluigi Paragone
Il Senatore Gianluigi Paragone ANSA

«Se rientrano la Fornero e Arcuri, o sei l'utile idiota oppure te ne vai. Matteo Salvini sta cercando di giocare tutte le parti in commedia: io già avrei fatto una crisi di governo, lui evidentemente ha qualche interesse superiore e sta accettando tutto». Lo ha detto il senatore Gianluigi Paragone, ospite di Radio Cusano Campus, spiegando che alla manifestazione contro il Green Pass «mi ha invitato il leghista Siri, assicurandomi che non è un'iniziativa di partito. E non poteva essere altrimenti visto che la Lega sta votando questi provvedimenti, sta partecipando alla creazione di documenti illiberali, di operazioni quantomeno discutibili».

Paragone, ex M5s e fondatore del movimento Italexit, afferma: «O ti assumi le responsabilità e porti in aula un testo di legge sull'obbligatorietà vaccinale facendo un dibattito serio in Parlamento e stabilendo che non deve firmare una manleva per togliere ogni responsabilità alla casa farmaceutica, oppure ogni volta che prenderemo un treno ad alta velocità saliremo senza Green pass e paralizzeremo il Paese, perché dovranno fermare il treno per farci scendere».

M5s: «FdI e Lega cavalcano paure»

«Alcune forze politiche, Lega e Fratelli d'Italia in primis, continuano a cavalcare in modo irresponsabile le paure dei cittadini e ad alimentare posizione scettiche sui vaccini e sul Green Pass, sfruttando l'onda delle manifestazioni di questi giorni. Chi scende in piazza va sempre ascoltato, ma la politica ha il compito di guidare il Paese fuori da questa pandemia con equilibrio, saggezza e senso di responsabilità, basandosi sulle evidenze scientifiche» .Lo dichiarano in una nota le deputate e i deputati del MoVimento 5 Stelle della commissione Affari sociali.

«Oggi - aggiungono- è chiaro alla stragrande maggioranza dei cittadini che di fronte all'aumento dei contagi il Green Pass non è una compressione delle libertà ma, al contrario, l'unica soluzione per evitare nuove restrizioni e chiusure. Se seguiamo le ricette di Salvini e Meloni in autunno rischiamo di ritrovarci di nuovo in una situazione drammatica. Basta demagogia, abbandoniamo le bandiere di partito e mettiamo la salute degli italiani prima di tutto».