30 ottobre 2020
Aggiornato 05:00
Informativa al Senato

Matteo Salvini contro Conte: «Assurdo far pagare le tasse ora, italiani non hanno soldi»

Il leader della Lega parla in Senato: «Chiedere 40 miliardi agli italiani adesso significa vivere su Marte. Applichiamo il modello Genova, non il modello Cgil»

Video Agenzia Vista

Lo Stato dovrebbe annullare tutte le scadenze fiscali e rilanciare una sorta di «rottamazione» delle cartelle esattoriali. Lo ha ribadito il segretario della Lega, Matteo Salvini, nel suo intervento al Senato sull'informativa del premier Giuseppe Conte in vista del prossimo Consiglio europeo. «Milioni di italiani, famiglie e imprese - ha detto - hanno dovuto versare 10 miliardi di euro, una follia. Chiedere ora agli italiani 40 miliardi di euro significa vivere su Marte, questi soldi le famiglie italiane non li hanno"

«Togliamo le cartelle esattoriali, facciamo un saldo e stralcio, incassiamo il 20 per cento del totale e lasciamo queste persone libere di respirare», ha aggiunto.

«Problema non è Trump ma Cigs che non arriva»

«Il problema non è Trump o il sovranismo ma il fatto che la cassa integrazione non è arrivata a tanti italiani. Se ci fosse qualche aperitivo in villa in meno e qualche visita in fabbrica o in qualche impresa artigiana in più - ha aggiunto - non sarebbe male».

«La Francia ha dato per il settore auto, che in Italia è il dieci per cento del lavoro, 8 miliardi di euro cash; voi avete messo 150 milioni per i monopattini elettrici che vengono dalla Cina. Ci hanno contagiato e gli compriamo i monopattini, non esiste!».

«Una follia le sanzioni per l'uso del contante»

Il Governo italiano dovrebbe «copiare la Germania: impedire a un cittadino italiano di spendere come vuole e quando vuole i suoi soldi è una follia, in Germania non esiste alcun limite. Vogliamo sospendere il Codice degli appalti come da proposta della Lega e far entrare la direttiva 2014/24 dell'Ue? Non potete riempirvi la bocca di Europa, Europa, Europa e poi quando fa qualcosa di utile fregarvene. Cancelliamo il Codice degli appalti, la scelta è fra il modello Cgil e il modello Genova».

«Carminati esce, agenti penitenziaria indagati, è strano»

«E' un Paese strano quello nel quale nel carcere di Santa Maria Capua Vetere ci sono 50 agenti indagati ed escono i mafiosi e i Carminati, non ha aiutato l'immagine dell'Italia a Parigi o a Berlino».