29 ottobre 2020
Aggiornato 14:30
Polemiche

Stefàno: «Senato convocato per mercoledì, date l'indirizzo a Salvini e Meloni»

Il vicepresidente del gruppo PD: «Chi dice che non è convocato è un cretino. Per fortuna ci pensa Alberto Bagnai (Lega) a fare chiarezza». FdI: «Grazie a noi più tempo per audizione Gualtieri in Senato»

Matteo Salvini e Giorgia Meloni
Matteo Salvini e Giorgia Meloni ANSA

ROMA - «Bene che Giletti e la D'Urso abbiano ricordato ai loro ospiti Salvini e Meloni che in Italia c'è il Parlamento. Se non fosse per la bugia di aver detto che è chiuso, sarebbero stati perfetti. Per fortuna ci pensa Alberto Bagnai (Lega) a fare chiarezza. Qualcuno però ci faccia la cortesia di ricordare a Salvini e Meloni anche l'indirizzo del Parlamento». Lo scrive su Facebook il Senatore Dario Stefàno, vicepresidente del gruppo del Pd, postando quanto ha scritto Alberto Bagnai sempre su Facebook. L'esponente della Lega spiega che «il Senato è già convocato regolarmente per mercoledì» e dunque chi dice il contrario «è un cretino».

FdI: «Grazie a noi più tempo per audizione Gualtieri in Senato»

«Grazie a Fratelli d'Italia i tempi dell'esame in Commissione al Senato del decreto 'Cura Italia' saranno più lunghi». Lo dichiarano i capigruppo di Fratelli d'Italia al Senato e alla Camera, Luca Ciriani e Francesco Lollobrigida. «Infatti, - spiegano - ci è stato appena comunicato che l'audizione del ministro Gualtieri in Commissione, prevista per domani alle ore 15, è stato aumentato per consentire più tempo ai parlamentari di confrontarsi con il ministro sui provvedimenti. E' una vittoria di chi come noi vuole dare un segnale di partecipazione degli eletti in rappresentanza del popolo italiano».

«Per primi - ricordano i capigruppo di Fdi - avevamo denunciato il contingentamento dei tempi e chiesto il loro allungamento. Questo perché siamo convinti che proprio nel momento in cui si chiedono a tutti gli italiani sacrifici economici e personali, specie sul piano delle libertà individuali, vada ampliato lo spazio di analisi, di indirizzo, e soprattutto di controllo del Parlamento. Fdi è in prima linea al fianco di quei tantissimi italiani che ogni giorno sono impegnati nei vari ambiti di competenza nel contrastare questa gravissima emergenza sanitaria».

Licheri: «Senato non chiuso, fandonie di Salvini in tv»

«Ieri in diretta tv Matteo Salvini ha tuonato sul fatto che oggi il Senato sarebbe stato chiuso. Ebbene, questa affermazione è l'apice di una lunga sequela di fandonie del segretario della Lega. A Palazzo Madama e a Palazzo Carpegna si accede e si lavora regolarmente. La spasmodica voglia di stare in Senato di Salvini, invece, contrasta in maniera palese con i dati che certificano il suo consueto assenteismo in questi due anni di legislatura. Non solo. La Lega e le opposizioni continuano con la speculazione politica in un momento difficilissimo: in questi giorni si sono tenute capigruppo in entrambi i rami del Parlamento proprio per accelerare i lavori sui provvedimenti legati all'emergenza. In questi giorni ai cittadini vengono chiesti immani sacrifici: raccontare loro panzane in tv è proprio il contrario di quanto serve ora al nostro paese». Così in una nota Ettore Licheri (M5s), presidente della commissione Politiche UE del Senato.