7 aprile 2020
Aggiornato 10:30
Emergenza coronavirus e mercati

Giorgia Meloni: «Governo impedisca che la speculazione finanziaria metta in ginocchio la Nazione»

Il Presidente di Fratelli d'Italia: «L'Esecutivo valuti se sospendere le contrattazioni di borsa». Salvini a Consob: domani vietare vendite allo «scoperto». Ma per Borsa Italiana non è necessario chiudere

Giorgia Meloni, leader di Fratelli d'Italia
Giorgia Meloni, leader di Fratelli d'Italia ANSA

ROMA - «Il decreto Coronavirus è stato gestito malissimo. Dopo aver scatenato il panico tra i cittadini evitiamo di scatenare il panico pure tra gli investitori». Lo ha detto il presidente di Fratelli d'Italia Giorgia Meloni. «Il Governo - ha chiesto Meloni - ora adotti tutti i provvedimenti possibili per impedire che la speculazione finanziaria metta in ginocchio la Nazione. Valuti se sospendere le contrattazioni di borsa per dare modo di metabolizzare gli ultimi provvedimenti e frenare i comportamenti più irrazionali».

«Di certo vanno vietate in questa fase le vendite allo scoperto, ossia lo strumento con cui pochi cinici e razionali speculatori possono fare fortuna sulla legittima irrazionalità dei piccoli investitori. Inoltre gli organismi di vigilanza e l'intelligence, ognuno per le proprie competenze, siano attivati immediatamente per monitorare le principali operazioni e scongiurare azioni che possano pregiudicare gli interessi strategici nazionali. Il contagio del virus va giustamente contenuto - ha concluso - ma va fermato anche il contagio della paura e della speculazione».

Meloni: «Si a collaborazione se è reciproca»

«Fin dall'inizio, quando ancora l'emergenza non era conclamata, abbiamo offerto la massima collaborazione. Abbiamo inviato proposte, sostenuto il primo decreto sull'emergenza, e siamo pronti a sostenere anche lo scostamento chiesto dal Governo per coprire i nuovi interventi. Ma la collaborazione implica reciprocità e finora questa è mancata. Mi auguro che le parole del Capo dello Stato abbiano fatto breccia anche nell'esecutivo».

Quanto al voto in Parlamento sullo scostamento di bilancio dello 0,3, propedeutico al varo dell'annunciato decreto per 7,5 miliardi, Meloni ha spiegato di non poter dire ora quale sarà l'atteggiamento della sua forza politica perche la decisione sarà presa «assieme agli altri leader del centrodestra». E comunque, ha ribadito «a scatola chiusa non votiamo niente».

Salvini a Consob: domani vietare vendite allo «scoperto»

«In vista della riapertura domani dei mercati finanziari chiedo siano vietate le operazioni di vendita «allo scoperto» anche con l'uso di strumenti derivati. In situazioni come queste a volte in pochissimi guadagnano cifre enormi a danno di tutti, ci ricordiamo ad esempio il caso di Soros nel 1992 che costruì la sua fortuna con una speculazione al ribasso contro l'Italia. Non è tollerabile che qualcuno approfitti di un'emergenza nazionale speculando a danno dei risparmi degli Italiani. Confido che la Consob reprima ogni tipo di abuso con la massima severità». Così il segretario della Lega Matteo Salvini.

Per Borsa Italiana non è necessario chiudere

Sarà un normale lunedì per Piazza Affari, secondo l’amministratore delegato di Borsa Italiana Raffaele Jerusalmi: «C’è un panico ingiustificato: le misure adottate dal Governo servono per evitare un sovraccarico dei nostri ospedali e un crollo del sistema sanitario. Questo è tutto» mentre operativamente Borsa Italiana ha un «business continuity plan». Non c’è motivo di aspettarsi che gli scambi non continuino come al solito e il mercato italiano è già sceso in proporzione all’impatto del virus, ha aggiunto.

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal