5 giugno 2020
Aggiornato 12:00
Centrodestra

Giancarlo Giorgetti: «Stanno cercando una legge elettorale per impedire a Salvini di vincere»

Il vicesegretario della Lega: «Nei prossimi giorni si deciderà il futuro degli italiani. Vicenda della Banca Popolare di Bari? Conte dovrebbe dimettersi immediatamente»

Giancarlo Giorgetti, vicesegretario della Lega
Giancarlo Giorgetti, vicesegretario della Lega ANSA

MILANO - «L'unica possibilità è tornare a dare la voce al popolo, ma non lo vogliono fare perché sennò vince Salvini». E' la ricetta lanciata dal vicesegretario della Lega, Giancarlo Giorgetti, per rilanciare un Paese ormai «alla deriva». Il problema, ha detto Giorgetti durante il suo intervento al «No Tax Day», l'iniziativa promossa dal Carroccio a Milano, è che al governo «stanno cercando di immaginare una legge elettorale per impedire a Salvini di vincere». Il che, ha sottolineato «non fa bene all'Italia».

«Garantire la governabilità»

La Lega, ha aggiunto ancora Giorgetti, è interessata a un sistema elettorale che garantisca «governabilità» e che «dia un governo che possa governare 5 anni». Dito puntato contro il governo giallo rosso: «Non si sa se dura tre giorni o tre anni, l'unica certezza è che non deciderà niente, quindi gli investitori esteri se ne vanno e quelli italiani non investono». E ancora: «Pensavo ci portassero in una direzione ma non ci stanno portando da nessuna parte», con il risultato che «il Paese è alla deriva». Da Giorgetti un pronostico conclusivo: «Nei prossimi giorni si deciderà il futuro degli italiani».

Salvini e Giorgetti: «Conte si dimetta»

«Come può nel giro di poche ore il presidente del consiglio sostenere che sulla Banca popolare di Bari non ci sarà nessun intervento, salvo convocare un Cdm d'urgenza a distanza di poche ore mentre Bankitalia ordina il commissariamento dell'istituto? Un pacato «no comment» avrebbe evitato una farsa e sarebbe stato più serio anche a mercati aperti». Lo affermano in una nota Matteo Salvini e Giancarlo Giorgetti sugli sviluppi della vicenda della Banca Popolare di Bari. «Vorremmo capire cosa è successo da questo pomeriggio a stasera: dal tutto bene al fallimento. Siamo nelle mani di una persona instabile o incapace che guida il governo del Paese - aggiungono -. Conte si dimetta immediatamente. Facciamo appello ai partiti di questa maggioranza per far finire al più presto questa disastrosa e pericolosa esperienza».

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal