14 novembre 2019
Aggiornato 08:00

Nicola Zingaretti vede la meta: «La manovra era all'origine della crisi di agosto. Ma noi ce l'abbiamo fatta»

Il Segretario del PD: «Sulla questione del carcere per i grandi evasori abbiamo trovato l'accordo di discuterne nelle prossime settimane»

Video Agenzia Vista

ROMA - «La manovra era all'origine della crisi di agosto. Ma noi ce l'abbiamo fatta». Lo ha detto il, segretario del Pd, Nicola Zingaretti, a margine della conferenza stampa per la presentazione dell'iniziativa dem «Gli anni 20 del 2000. Tutta un'altra storia» promossa dalla fondazione Costituente. «La manovra punta allo sviluppo, alla crescita economica e finalmente alla giustizia sociale. Si fa una scelta di campo sull'economia green, 11 miliardi di investimenti in tre anni sui territori. Un segnale molto importante per la formazione - ha puntualizzato Zingaretti - è l'avvio degli asili nido gratuiti per le famiglie a reddito medio basso. L'inizio del nostro progetto che prevede l'istruzione gratuita dall'asilo alla laurea per le famiglie più deboli. È una inversione di tendenza».

Su carcere evasori ne discuteremo ancora

«La manovra approvata dal governo e un buon inizio di riposizionamento della politica economica del governo. Oggi è stata saluta da mercati in modo molto positivo. Sulla questione del carcere per i grandi evasori abbiamo trovato l'accordo di discuterne nelle prossime settimane. La lettura che è stata fatta di lite nella maggioranza su questo tema è sbagliata. Mi chiedo - ha aggiunto - come si possa pensare che non ci sia discussione».

Zingaretti presenta «Tutta un'altra storia» con Cuperlo

«Tutta un'altra storia. Gli anni 20 del 2000». E' l'iniziativa organizzata dalla fondazione culturale dem «Costituiente», che si terrà a Bologna dal 15 al 17 novembre, organizzata da Gianni Cuperlo, presidente della fondazione. La tre giorni è stata presentata oggi nella sede del Pd al Nazareno, con il segretario Nicola Zingaretti, che domenica 17 concluderà i lavori. «Gli anni 20 del secolo scorso non riuscirono ad interpretare ed essere all'altezza delle esigenze di allora. Vogliamo lanciare una sfida - ha detto Zingaretti -. Negli anni '20 del nuovo secolo si scrive tutta un'altra storia. Dobbiamo evitare che questi anni siano un incubatore di tragedie del futuro». Obiettivo della manifestazione è quello di promuovere «una grande assemblea italiana - ha spiegato Zingaretti - coinvolgendo gli attori sociali, lavoratori, imprenditori, sindacati, università». Gianni Cuperlo ha sottolineato la filosofia alla base dell'iniziativa, «mettere al centro non la scelta del semestre ma la scelta del decennio. E' un lavoro prezioso a cui crediamo molto, che dopo Bologna proseguirà con step e approfondimenti. La nostra non vuole essere una kermesse, più che volare alto, sceglieremo di pescare a fondo, e per farlo dobbiamo prendere il mare».