14 novembre 2019
Aggiornato 18:00

Matteo Renzi replica a Di Maio: «Eliminare Quota 100, più risorse per figli e salari»

L'ex Premier: «No ad aumenti delle tasse, tagliare la spesa e riportarla al livello del mio Governo». Di Maio: «Quota 100? Fantasia poco felice di Italia Viva»

Il leader di Italia Viva, Matteo Renzi
Il leader di Italia Viva, Matteo Renzi ANSA

ROMA - «Quota 100 è pensata solo per chi ha già diritti. Togliere quella misura per destinare i soldi alle famiglie e allo stipendio dei lavoratori sarebbe giusto. E molto utile. Via quota 100, più risorse ai figli e ai salari». Lo scrive Matteo Renzi nella sua e-news settimanale, tornando ad insistere sull'abolizione di Quota100, richiesta già seccamente respinta dal M5s. E sulle polemiche scrive: «Siamo un Governo di coalizione, anche molto variegata, e lo sappiamo. Per questo presentiamo le nostre idee in modo trasparente e pubblico. E grazie a Teresa Bellanova e Gigi Marattin per il prezioso lavoro di queste ore».

Tagliare la spesa

Tra le proposte, il leader di Italia Viva ne lancia un'altra: «Evitiamo di fare mini-aumenti di tasse come una certa cultura troppo spendacciona vorrebbe fare. Prima che aumentare le tasse sul gasolio o sullo zucchero, tagliamo i costi. Pensate che oggi le spese per beni e servizi sono tra i 10 e i 15 miliardi in più rispetto a quando al Governo eravamo noi. Assurdo un aumento così rilevante, no? Si dovrebbe tornare al livello della spesa media del Governo Renzi. Ma in alternativa prendiamo i soldi dai tagli, non dalle tasse. Ad aumentare le tasse sono capaci tutti», conclude sul punto Renzi.

Di Maio: «Abolire Quota 100? Fantasia poco felice di Italia Viva»

Il Movimento Cinquestelle «non darà mai i voti per una legge di bilancio che elimina quota 100 e crea nuovi esodati» e dunque tale eventualità «resterà una poco felice fantasia di Italia Viva e nient'altro». Lo ha detto il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, a margine del Consiglio Affari Esteri in Lussemburgo. «C'è qualcuno, nello specifico il partito di Renzi, che vuole tornare alla legge Fornero. Noi siamo nati come M5S per non tornare mai più alla legge Fornero, per fare in modo che chi aveva diritto di andare in pensione potesse andarci», ha spiegato il ministro. «Non voglio altri esodati in Italia, ancora non abbiamo finito di affrontare il tema degli esodati della legge Fornero», ha aggiunto Di Maio. «Se qualcuno pensa di poter far partire una nuova generazione di esodati ha sbagliato governo. Il Movimento 5 Stelle non darà mai i voti per una legge di bilancio che elimina quota 100 e crea nuovi esodati e soprattutto in Parlamento non ci sono i voti per riuscire ad abolire quota 100», ha insistito. «Dunque resterà una poco felice fantasia di Italia Viva e nient'altro».