23 agosto 2019
Aggiornato 06:00

Beppe Grillo contro l'«avvoltoio» Matteo Renzi

Il leader dei 5 Stelle sul suo Blog: «Nuova specie di sciacallaggio: dire che fine è già avvenuta». Dell'Orco: «Salvini torna da Berlusconi come Dudù qualsiasi»

Beppe Grillo
Beppe Grillo ANSA

ROMA - «Lo sceriffo è in fuga dalla città, attraversa a gran velocità gli stati del sud accolto da un oceano di fischi. 'Ma come scappi dal tuo dovere cercando rifugio qui... per chi ci hai preso sceriffo?». E' quanto scrive Beppe Grillo sul suo Blog. «Molti hanno addirittura disseppellito il vaffanculo in Sicilia, così, senza passare dal suo ufficio, è in corsa a chiedere mezzi all'ex cavaliere disarcionato (del porco non si butta via niente)».

Gli avvoltoi persuasori

«Intanto - continua Grillo - volano degli avvoltoi di nuova generazione: gli avvoltoi persuasori. E' una nuova specie di sciacallaggio: invece di aspettare la fine cercano di convincerti che è già avvenuta. Non sono elevati, non volano neppure. In realtà strisciano veloci fra gli scranni: ma è soltanto un'illusione, nient'altro che un'illusione dovuta alla calura. Quando queste defezioni e quelle allucinazioni saranno passate basta farsi trovare uniti e parlare unicamente con gente elevata e non in caduta libera», conclude Grillo.

Dell'Orco: «Salvini torna da Berlusconi come Dudù qualsiasi»

«La Lega getta la maschera, non correrà da sola ma insieme ai vecchi compagni di merende. Salvini ha tradito il contratto di Governo, sfiduciando Conte e gli italiani, per tornare come un Dudù qualsiasi tra le braccia di Silvio Berlusconi. Ce ne vuole di coraggio per buttare a mare un anno di lavoro con tanti progetti compiuti e molti altri lasciati invece a metà». Così in una nota Michele Dell'Orco, Sottosegretario al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti?

«Ci aspettano settimane e scelte difficili»

«La Lega dice avere già 'pronta la manovra' e perché ha staccato la spina? La verità è una: la crisi di Governo farà scattare l'aumento dell'Iva che danneggerà solo i cittadini perché non ci sono i tempi tecnici per gestire le clausole di salvaguardia, così come non potremo difenderci da speculazioni finanziarie e l'innalzamento dello spread. Ci aspettano settimane difficili e scelte difficili, ma prima di ogni altra cosa dobbiamo approvare la riforma del taglio dei Parlamentari, siamo a un passo, manca un solo voto - sottolinea -. Bastano due ore di lavoro dell'Aula. Con quale coraggio Salvini volterà le spalle buttando all'aria il lavoro fatto sino ad ora? E gli altri partiti, a cominciare dal Partito Democratico, cosa faranno ora? Con il taglio di 345 parlamentari potremmo utilizzare i risparmi in investimenti scolastici, strade e ospedali. Non ci sono più scuse, noi siamo pronti. E voi?».