17 novembre 2019
Aggiornato 16:30

Toninelli: «Basta false promesse da certi traditori»

Il Ministro Danilo Toninelli: «Al lavoro fino all'ultimo giorno per fare cose utili». Di Maio: «Tagliare parlamentari, se necessario a Roma a ferragosto»

Danilo Toninelli e Matteo Salvini sui banchi del Governo
Danilo Toninelli e Matteo Salvini sui banchi del Governo ANSA

ROMA - «In viaggio per Roma. Si va alla riunione con le colleghe e i colleghi del MoVimento 5 Stelle e poi subito al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti per continuare a lavorare su tanti dossier, come la ripartizione dei 2,4 miliardi di euro per potenziare tram, metro e tutto il trasporto rapido di massa nelle nostre città». Lo scrive su Fb il ministro dei Trasporti e Infrastrutture, Danilo Toninelli. «Il Paese - aggiunge - ha bisogno di fatti concreti. Di false promesse e proclami fatti da certi traditori gli italiani ne hanno sentiti abbastanza. Noi continueremo a lavorare fino all'ultimo giorno per realizzare le cose veramente utili ai cittadini».

Di Maio: «Tagliare parlamentari, se necessario a Roma a ferragosto»

«Volevo dirvi che domattina sarò a Roma con tutti i parlamentari del Movimento 5 Stelle. Se ce ne sarà bisogno staremo lì anche a Ferragosto. Dobbiamo tagliare i 345 parlamentari. Siamo ad un passo. Bastano due ore! L'unica apertura che ci interessa è questa, la chiediamo a tutte le forze politiche». Lo scrive su Facebook Luigi Di Maio, vicepremier e capo politico del M5s.

«Meloni non trovi scuse e voti taglio parlamentari»

«Giorgia Meloni, 'sovranista coi soldi degli italiani', invece di chiacchierare del nulla voti subito la legge che taglia 345 parlamentari e che fa risparmiare mezzo miliardo di euro ai cittadini. In 180 minuti si possono tagliare 345 poltrone, la Meloni non trovi scuse. Dopo aver proposto con una legge di reintrodurre il finanziamento pubblico ai partiti, se non votano il taglio delle poltrone getterebbero completamente la maschera». Lo dichiara Federica Dieni, Deputata del Mocimento 5 Stelle.

Carelli: «Dialogare per il bene del Paese»

«Dialogare per il bene del paese è un atto di responsabilità necessario che riguarda tutti i partiti che hanno a cuore le sorti dell'Italia. Quando si vive un'emergenza bisogna mettere da parte i vecchi rancori e le rivalità dei tempi normali. Ci sono in gioco la tenuta dell'Italia, la qualità della vita dei cittadini e i bilanci delle imprese. Facciamo quadrato per bloccare l'aumento dell'Iva, contenere lo spread ed evitare le montagne russe sui mercati, ma anche approvare definitivamente la riduzione del numero dei parlamentari. Non possiamo permettere che la propaganda e la sete di potere di un solo uomo riportino l'Italia indietro di decenni. Massima fiducia nel ruolo che svolgerà per le sue competenze il Presidente Mattarella». Lo afferma Emilio Carelli, deputato M5s.

Di Nicola: «Mattarella assicuri un governo al Paese»

«Taglio dei parlamentari; voto in aula per la fiducia a Giuseppe Conte, presidente del Consiglio; messa in sicurezza dei conti dello Stato per evitare gli aumenti Iva; una nuova legge elettorale proporzionale pura. Ecco le cose da fare subito, con tutte le forze politiche, i senatori e i deputati che ci stanno, per rispondere all'avventurismo leghista di Matteo Salvini che invoca per sé 'pieni poteri». Lo scrive su Facebook Primo Di Nicola, parlamentare M5s.