22 novembre 2019
Aggiornato 10:30
Governo Lega-M5s

Tremonti avverte Bruxelles: «Sanzionare uno Stato non porta mai bene»

L'ex Ministro dell'Economia del Governo Berlusconi: «Un esecutivo è sostenibile se ha i voti, basta guardare i disastri fatti dal Governo Monti che non li aveva»

Giulio Tremonti
Giulio Tremonti ANSA

ROMA - «Un governo è sostenibile se ha i voti, se vuoi fare la prova del nove basta guardare i disastri fatti dal governo Monti che non li aveva». Lo ha affermato l'ex ministro dell'Economia, Giulio Tremonti, ospite di «Mezzora in più» su Rai3.

Sanzionare uno Stato non porta mai bene

A proposito della procedura di infrazione UE sul debito italiano, Tremonti ha osservato che «dare le sanzioni a uno Stato non porta mai bene a nessuno e adesso dare le sanzioni sul debito all'Italia vuol dire fare male all'Europa». Secondo l'ex titolare di Via Venti Settembre bisogna chiedere «in una logica di sistema europea di poter spendere i nostri soldi per la crescita».

Dazi e globalizzazione

Quanto ai dazi e delle tensioni commerciali internazionali, Tremonti ha detto che «adesso si presentano i conti che vengono dal passato. L'Europa è l'unico continente al mondo che ha tolto subito i dazi, non fu capita la globalizzazione. L'Europa ha prodotto una quantità infinita di regole che ha spiazzato le nostre imprese».

Tavoli di crisi

Secondo Tremonti, infine, la situazione dell'industria italiana e i numerosi tavoli di crisi «non sono colpa solo di questo governo, infiniti tavoli vengono da prima e non sono stati risolti».