26 aprile 2019
Aggiornato 14:00
Infrastrutture | TAV

Luigi Di Maio «avvisa» Salvini: nessuna Tav finchè ci saremo noi al Governo

Il vicepresidente del Consiglio: «Quella è un'opera che vuole la peggiore lobby di questo paese. Un po' alla volta rimetteremo in carreggiata il paese»

Video Agenzia Vista

PESCARA - «Fino a quando ci sarà il M5S al governo la Tav non ci sarà. Quella è un'opera che vuole la peggiore lobby di questo paese ma il Movimento Cinque Stelle sta dall'altra parte. Invece della Tav Una nuova metro a Torino, una linea Roma-Pescara, Roma-Matera, una linea Tav Palermo-Catania, cioè dalla parte delle opere da fare». Lo ha detto ieri il vice premier Luigi Di Maio a Penne (Pescara) nella sua giornata abruzzese a sostegno della candidata presidente alle elezioni regionali del prossimo 10 febbraio Dara Marcozzi. Nel corso della giornata Di Maio è stato alla stazione di Pescara insieme con la candidata Sara Marcozzi per informarsi sui tempi di percorrenza delle tratte Pescara-Roma.

Decreto legge per semplificare codice appalti

«Sono d'accordo sul velocizzare i cantieri: ho visto tanti appelli per velocizzarli e io propongo subito un tavolo con l'associazione nazionale costruttori italiani per scrivere un decreto legge che velocizzi le procedure dei cantieri. Non possiamo smantellare il codice degli appalti con una legge ordinaria - ha aggiunto - se dobbiamo semplificarlo dobbiamo farlo con necessità ed urgenza: facciamo subito un decreto e acceleriamo in cantieri ma i cantieri non sono chiusi, semmai sono lenti ma sono tutti aperti e stanno funzionando».

Un po' alla volta rimetteremo in carreggiata il paese

«Un po' alla volta rimetteremo in carreggiata questo paese». Continua il vicepremier. «Siamo orgogliosi della nostra manovra - ha aggiunto, nel corso di una diretta Facebook dall'Abruzzo - Vedrete che la legge di bilancio ci permetterà di affrontare una crisi dalla quale non siamo mai usciti, perchè non è solo il pil che certifica lo stato economico del paese ma la gente che incontriamo per strada ogni giorno che da 5 anni che ci dice che sta sempre peggio».