12 novembre 2019
Aggiornato 19:00

Meloni: «Nel 2011 colpo di Stato con complicità di massime cariche istituzionali»

La presidente di Fdi: «E' stato rimosso l'ultimo governo legittimo votato dagli italiani che è stato sostituito da un numero tale di esecutivi fantoccio da fare impallidire il teatro dei pupi»

TRIESTE - La presidente di Fratelli d'Italia, Giorgia Meloni ha lanciato il suo appello ai patrioti da Trieste, durante il secondo congresso nazionale di Fdi. Dopo avere «messo in sicurezza» la destra italiana, Fratelli d'Italia cerca di allargare il proprio orizzonte elettorale e si candida come «terza via» del centrodestra, tra «il moderatismo» di Forza Italia e la proposta della Lega. Un «appello ai patrioti, indipendentemente dalla storia dalla quale vengono. Che siano di destra, che siano stati di sinistra, non ci interessa».

Da noi risposte credibili a questioni che altri negano spudoratamente
La distinzione, ha spiegato Meloni, è fra chi lavora «per l'Italia e chi contro», per questo motivo la seconda fase lanciata da Trieste per Fdi è «lavorare a fianco dei patrioti, questa è la differenza fra noi e gli altri: l'amore per l'Italia viene prima di tutto il resto».L'ex ministra della Gioventù ha poi attaccato «le anime belle, i benpensanti» che «storcono il naso e ci danno dei populisti sostenendo che diamo risposte troppo facili per problemi troppo complessi». La verità «è un'altra», ha detto Meloni, «noi cerchiamo di dare risposte credibili a questioni che altri negano spudoratamente».

Nel 2011 colpo di Stato ordito da cancellerie europee
Poi la fondatrice di Fdi ha allargato il campo all'interesse nazionale, sostenendo che l'Italia è l'unico Stato a non difenderlo: «E' la conseguenza naturale del colpo di Stato ordito dalle cancellerie europee nel 2011 con la complicità delle massime cariche istituzionali italiane, con il quale è stato rimosso l'ultimo governo legittimo votato dagli italiani che è stato sostituito da un numero tale di governi fantoccio da fare impallidire il teatro dei pupi».