19 ottobre 2019
Aggiornato 15:00

Berlusconi con Maroni per il Referendum, su Visco: «Nessuna meraviglia»

Il leader di Forza Italia in conferenza stampa con il governatore della Lombardia ha attaccato il M5s, «pauperisti giustizialisti» e il Pd «la sinistra vuole occupare tutti i posti di potere»

MILANO - Il leader di Forza Italia, Silvio Berlusconi, non è certo di poter votare il 22 ottobre per il referendum sull'autonomia della Lombardia. «L'ho domandato ai miei avvocati, non lo so ancora, ma spero di sì», ha detto infatti in conferenza stampa con Roberto Maroni a chi gli ha chiesto se abbia o meno ancora la residenza a Roma.

Per il leader di Forza Italia, Silvio Berlusconi, nel programma del Movimento 5 stelle ci sono proposte, soprattutto in materia fiscale, «molto pericolose per tutti i cittadini». Lo ha detto durante una conferenza stampa sul referendum per l'autonomia di Lombardia e Veneto. «È un partito pauperista e giustizialista», ha aggiunto l'ex premier, secondo il quale i pentastellati intendono, «con la scusa di equiparare alle imposte francesi», aumentare in modo «immorale» l'imposta di successione e quella sulla casa che «per noi è sacra». Per il leader di Forza Italia la mozione di ieri del Pd su Bankitalia non deve provocare alcuna «meraviglia» perché «è proprio della sinistra voler occupare tutti i posti di potere dopo le elezioni. Adesso hanno fatto un passo in avanti e vogliono occuparli prima delle elezioni».