14 novembre 2019
Aggiornato 00:30

Salvini: «Chi vuole il proporzionale vuole l'inciucio, perché Berlusconi tace?»

Il leader del Carroccio: «Mi viene il dubbio che strizzi l'occhio a Renzi. Io però non ho tempo e voglia di occuparmi di questo, chi ci ama ci segua, io non costringo a fare niente contro voglia»

MILANO. - «Sembra caduto nel vuoto l'appello, a questo punto se Berlusconi su questo tace mi viene il dubbio che strizzi l'occhio a Renzi perché chi vuole il proporzionale vuole l'inciucio, il minestrone e tenere il piede non due scarpe». Lo ha detto il segretario della Lega, Matteo Salvini, a proposito del suo appello di ieri per l'approvazione di una legge elettorale maggioritaria. «Io però non ho tempo e voglia di occuparmi di questo, stiamo preparando» il nostro programma, «chi ci ama ci segua, io non costringo a fare niente contro voglia», ha aggiunto il leader del Carroccio. «Lo sentirò, ma non penso sia ansioso di una mia telefonata», ha concluso Salvini sempre a proposito di Berlusconi.