23 gennaio 2019
Aggiornato 10:09
Manovra finanziaria

Renzi: «Governo sovranista fa copia e incolla dei tecnici europei»

Lo ha scritto l'ex premier Matteo Renzi sulla sua pagina Facebook: «Arrivato maxiemendamento, dovevano scaricare il file da Bruxelles». Delrio: «Giorno tristissimo per democrazia»

L'ex Presidente del Consiglio, Matteo Renzi
L'ex Presidente del Consiglio, Matteo Renzi ANSA

ROMA - «Sono le 22 e in Senato è finalmente arrivato il maxi emendamento. Ci hanno messo molto tempo forse perché non riuscivano a scaricare il file da Bruxelles». Lo ha scritto l'ex premier Matteo Renzi sulla sua pagina Facebook. «Certo che fa impressione: il Governo sovranista doveva fare la rivoluzione e invece - ha aggiunto - fa il copia e incolla dei tecnici europei». «A prima vista Di Maio e Salvini tagliano su tutto, anche sugli investimenti pubblici. Ma adesso mi metto a studiare per bene e vi tengo informati. Ci vediamo venerdì in aula per l'intervento. Buona notte», ha concluso Renzi.

Delrio: Giorno tristissimo per democrazia

«Ma quale grande giorno per la democrazia, oggi è un giorno tristissimo: siamo al 19 dicembre e il parlamento ancora non ha il testo della manovra». Lo afferma il democratico Graziano Delrio al termine della conferenza dei capigruppo di Montecitorio replica al presidente del consiglio Giuseppe Conte che oggi ha parlato di «grande giorno per la democrazia». «E' un giorno tristissimo per la democrazia e per il Parlamento - continua Delrio - per la prima volta nella storia la manovra viene scritta a Bruxelles e trasmessa in tutta fretta a Roma dove, ancora in queste ore, non si hanno notizie degli emendamenti del governo frutto dell'accordo con Junker e Moscovici. È poi incredibile che dopo aver perso tempo per così tanto tempo e gettato il paese nel caos, il governo e la maggioranza chiedano adesso alle opposizioni di fare presto».

Misiani: di Maio millantatore, aumento IVA c'è

«Gli emendamenti presentati sono un bagno di sangue. Maxi-aumento IVA e accise (+9,4 miliardi nel 2020, che si aggiungono ai 13,7 già previsti; +13,2 nel 2021, che si aggiungono ai 15,6 già previsti). Tagli a reddito di cittadinanza (-1,9 miliardi) e quota 100 (-2,7). La ciliegina sulla torta (avariata) del governo Lega - 5Stelle sono i 2 miliardi di fondi 'congelati', che si aggiungono ai 10,3 miliardi tra tagli di spesa e maggiori entrate. Il dietrofront dei 'sovranisti' all'amatriciana vale 12,3 miliardi. L'IVA non aumenterà dice Luigi Di Maio. È lo stesso millantatore che diceva non arretreremo di un millimetro e meglio far cadere il governo che rinunciare al deficit al 2,4 per cento». Così il senatore Antonio Misiani, capogruppo Pd in commissione Bilancio commenta gli emendamenti presentati dal governo alla manovra.