19 marzo 2019
Aggiornato 05:00
Manovra

Salvini avverte Bruxelles: «Non tollerabili trattamenti diversi fra Parigi e Roma»

Il Vicepremier: «Non voglio pensare a due occhi chiusi a favore di Macron e a sanzioni incredibili e impensabili nei confronti dell'Italia»

Il vicepremier Matteo Salvini
Il vicepremier Matteo Salvini ANSA

ROMA - «Mi rifiuto di pensare che Bruxelles apra un fronte italiano per uno zero virgola, il giorno dopo l'annuncio del presidente pro tempore Macron di spendere miliardi e miliardi per placare le proteste di piazza. Sarebbe inaccettabile un atteggiamento diverso per Parigi e per Roma. Non voglio pensare a due occhi chiusi a favore di Macron e a sanzioni incredibili e impensabili nei confronti dell'Italia. È un'ipotesi che non prendo nemmeno in considerazione». Lo ha detto il vicepremier Matteo Salvini, in una conferenza stampa in Israele.

Stiamo lavorando per migliorare la manovra - «A Bruxelles mi auguro che usino il buonsenso che stiamo usando a Roma. Stiamo lavorando per migliorare la manovra, trovare maggiori fondi per investimenti, e i dati definitivi su reddito di cittadinanza e pensioni ci dicono che garantendo quanto ci siamo impegnati a fare ci sono fondi in più da dirottare su altro», ha concluso Salvini.

Centinaio: Spero non andremo sotto al 2% deficit-pil - «Se andremo sotto al 2% nel rapporto deficit Pil? Spero di no». A parlare è il ministro delle Politiche Agricole e senatore leghista Gian Marco Centinaio, che oggi è stato ospite del programma di Rai Radio1 Un Giorno da Pecora, a proposito della trattativa con la Ue sulla manovra.