23 gennaio 2019
Aggiornato 09:30
Governo Lega-M5s

Renzi: «Salvini domina governo, ma rischia un capitombolo»

L'ex Presidente del Consiglio: «Di Maio rincorre, ma senza risultati gli imprenditori...». Delrio: «Alleanza di potere e di destra»

Matteo Renzi
Matteo Renzi ANSA

ROMA - Matteo Salvini sta «dominando il governo», Luigi Di Maio «rincorre furiosamente», ma è proprio il leader della Lega che rischia «un capitombolo» perché se non ottiene risultati sul fronte economico gli imprenditori e gli artigiani «lo rincorrono». Lo ha detto Matteo Renzi parlando a 'Porta a porta'. «Prendo atto - ha aggiunto - che sta dominando il governo, Di Maio lo rincorre furiosamente. Fissa l'incontro con gli imprenditori e quell'altro lo fissa due giorni prima. Sembra una gara adolescenziale».

Salvini rischia un capitombolo - «Dopodiché, - aggiunge Renzi - Salvini è il primo che rischia di fare un capitombolo immediato. Quando susciti queste aspettative poi devi portare qualche risultato. Noi qualche risultato l'abbiamo portato e non è stato sufficiente. In questo caso non vedo neanche un risultato. Ecco perché dico: occhio a questa esaltazione collettiva... Non è più come prima, dove ci volevano anni dove ci volevano anni per cambiare uno zero virgola nel consenso...». Per l'ex premier «quelli che andranno a dire a Salvini 'non stai facendo gli interessi degli italiani' saranno gli artigiani del Veneto, gli imprenditori del Veneto e della Lombardia. Quando questo con lo spread a 300, con la procedura d'infrazione e il reddito di cittadinanza mette in ginocchio l'economia, questi lo rincorrono».

Delrio: Alleanza di potere e di destra - «Quella di governo è un'alleanza di potere e un'alleanza di destra. Se Di Maio molla Salvini, ha perso la propria scommessa e quindi non lo farà mai. Ci sono politici che lavorano per il bene dei propri cittadini e altri che lavorano per il bene del proprio partito. Di Maio e Salvini lavorano per il bene del proprio partito». Lo ha detto Graziano Delrio, capogruppo del Pd alla Camera, ospite di Lilli Gruber a «Otto e mezzo» su La7. «Voteremo contro la riforma della legge Fornero, non ci possiamo permettere di far andare in pensione a 62 anni persone che non fanno lavori usuranti. Non per noi, ma per i nostri figli. Il sistema pensionistico italiano non può funzionare così», ha aggiunto.